Brescia, passeggia con la carrozzina e cade in un fosso: disabile muore annegato

Sabato 17 Agosto 2019
Passeggia con la carrozzina e cade in un fosso: disabile muore annegato

Stava passeggiando con la sua carrozzina, quando è caduto in un fosso pieno d’acqua e ha perso la vita. Sfortunato protagonista della triste vicenda un disabile di 51 anni di origini senegalesi.

LEGGI ANCHE --> Malaysia, ragazza scomparsa: ritrovato il corpo della 15enne Nora dopo due settimane di ricerche

I fatti sono avvenuti a Brescia: l’uomo, ospite di un centro per malati e disabili intitolata alla battaglia di Nikolajewka, la Fondazione Nikolajewka, ha deciso di fare una passeggiata con la sua carrozzina elettrica fuori dalla struttura. Durante il tragitto però è caduto in un fosso ed è morto annegato. Le cause sono da accertare, anche se si potrebbe trattare di un malore o di una fatale distrazione.

Secondo le prime ricostruzioni il disabile cinquantunenne annegato a Brescia non avrebbe potuto lasciare da solo la struttura nella quale era ricoverato, la fondazione Nikolaevka L'uomo con la sua carrozzina elettrica è finito in un fosso proprio a pochi metri di distanza dalla struttura per disabili. Lo straniero, senegalese di nascita, aveva da poco ottenuto la cittadinanza italiana. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Brescia.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri il senegalese 51enne morto a Brescia, disabile e costretto alla sedia a rotelle, poteva entrare e uscire liberamente dalla struttura Nikolaevka in cui era ricoverato. Aveva solo l'obbligo di firmare un registro ad ogni ingresso e ad ogni uscita. L'uomo, invalido dopo un incidente sul lavoro, è annegato in una roggia a pochi metri dalla stessa struttura che lo ospitava.
 

Ultimo aggiornamento: 23:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma