Scheletri risalenti all'Età del Ferro scoperti in Inghilterra: sono vittime di sacrifici umani

Lunedì 15 Aprile 2019
Uno scheletro risalente all'Età del Ferro è stato ritrovato durante i lavori al nuovo oleodotto nell'Oxfordshire. La scoperta è stata fatta dagli operai della Thames Water, ditta incaricata a effettuare gli scavi per i nuovi impianti. Gli archeologi arrivati sul posto hanno fatto una scoperta interessante. Gli scheletri ritrovati sembrano essere lì perché vittime di sacrifici umani: «Questo evento ci dice molto sulle credenze delle persone di 2000 anni fa»



Neil Holbrook, amministratore delegato di Cotswold Archaeology contattata dalla Thames Water per approfondire i dati emersi dalla scoperta, ha detto: «Il nuovo gasdotto - riporta il Telegraph - ci ha offerto l'opportunità di esaminare un numero di siti archeologici precedentemente sconosciuti. Questo a Childrey Warren, risalente all'Età del Ferro,  è stato particolarmente affascinante in quanto ha fornito uno sguardo sulle credenze e superstizioni delle persone che vivevano nell'Oxfordshire prima della conquista romana». Holbrook continua svelando altri particolari: «La sepoltura nelle fosse lascia intendere che questi scheletri siano legati ai sacrifici umani».

Recenti studi effettuati su un altro ritrovamento in Gran Bretagna, hanno svelato alcuni particolari di un altro scheletro ritrovato in una palude vicino a Wilmslow, nel Cheshire. La "vittima" aveva mangiato il "Viscum album", una pianta sacra, prima che la sua gola venisse tagliata. 



Paolo Guarino, il responsabile del progetto condotto dalla Cotswold Archaeology, ha assicurato che «questi risultati aprono una finestra unica sulla vita e sulla morte di comunità che spesso conosciamo solo per i loro edifici monumentali, come i Hillforts o l'Uffington White Horse».

«I risultati dell'analisi dei manufatti - conclude sulle colonne del Telegraph - delle ossa degli animali, degli scheletri umani e dei campioni di suolo ci aiuteranno ad aggiungere alcune importanti informazioni sulla storia delle comunità che vivevano queste terre tanti anni fa». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma