Truffa sui bonus dell'edilizia coinvolta impresa di Cassino

Truffa sui bonus dell'edilizia coinvolta impresa di Cassino
2 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Giugno 2022, 14:11

C'è anche una società di Cassino coinvolta nell'operazione Easy Credit portata a termine dalla guardia di finanza di Ragusa. L'indagine riguarda una presunta truffa sui bonus edilizi derivanti dal sisma per oltre 3,5 milioni di euro. Al centro delle indagini una società con sede nel nord Italia. Quest'ultima avrebbe acquistato i crediti d'imposta generati dai lavori fittizi mediante l'opzione dello sconto in fattura. Ma all'esito dei riscontri, gli immobili utilizzati per l'inserimento nelle comunicazioni, inviate all'Agenzia delle Entrate, sono risultati di proprietà di altre persone fisiche all'oscuro di tali operazioni. Per questo il Gip ha disposto il sequestro di quote societarie, beni, disponibilità finanziarie degli indagati, nonché il blocco sul portale dell'Agenzia delle Entrate dei crediti compensabili nei cassetti fiscali riconducibili a 8 imprese (aventi sede tre in provincia di Pistoia, una a Roma, una a Milano, una a Cassino, una in provincia di Cosenza ed una in provincia di Brescia). Gli indagati sono cinque privati che avrebbero falsamente attestato di aver ricevuto una serie di lavori di ristrutturazione edilizia per il rischio sismico, su immobili che non sono mai stati nella loro disponibilità.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA