Scalo, aggiudicati i lavori per cambiare il volto del quartiere del capoluogo

Scalo, aggiudicati i lavori per cambiare il volto del quartiere del capoluogo
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 15 Settembre 2021, 07:26 - Ultimo aggiornamento: 16 Settembre, 16:08

Piazzale Kambo è pronto a cambiare volto. Il prossimo autunno (stante ai tempi stimati in fase di progetto) questa parte importante del capoluogo avrà una veste del tutto nuova. Dopo tanti annunci si passa finalmente alla fase operativa. L’amministrazione Ottaviani ha, infatti, aggiudicato i lavori per ridisegnare completamente piazzale Kambo, l’area attuale dei giardini e l’area di parcheggio. Una nuova pavimentazione fatta con il marmo di Coreno Ausonio, nuovo verde, nuovi arredi, nuova illuminazione, istituzione di aree pedonali: insomma un cambiamento radicale rispetto al degrado e alle tante lamiere di auto che caratterizzano oggi il piazzale all’uscita della stazione ferroviaria. L’offerta economicamente più vantaggiosa è stata quella di “Eur costruzioni srl” di Atina con il punteggio complessivo di 73,06 punti a fronte di un ribasso offerto sull’importo a base di gara pari al 15,800% e un ribasso temporale del 20,00%. Sono previsti circa 360 giorni lavorativi consecutivi a partire dal momento della consegna del cantiere all’impresa aggiudicataria. L’importo contrattuale netto della progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori è pari a circa 3,5 milioni. Si tratta di un intervento che rientra nel bando della riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie (per il quale l’ente di piazza VI Dicembre è risultato assegnatario di un finanziamento di complessivi quasi 18 milioni di euro). A ciò si deve aggiungere il concomitante investimento di Rete ferroviaria italiana, per la riqualificazione degli edifici di proprietà e la realizzazione di un sovrappasso pedonale al fine di incentivare l’utilizzo dei mezzi su ferro.


IL COMUNE
«In questo modo – recita una nota del Comune - si opererà la ricucitura di due aree strategiche del capoluogo attualmente separate dall’infrastruttura ferroviaria. Prevista la pedonalizzazione dell’intera superficie antistante l’edificio viaggiatori mediante l’eliminazione della viabilità di transito e la rivisitazione dell’intero sistema di viabilità dell’area, con una serie di interventi e realizzazione di infrastrutture in tutta la zona». Previsto poi un altro investimento (di complessivi 30 milioni di euro, tra Comune e Fs, per il nuovo assetto della stazione e del quartiere, visto che le Ferrovie dello Stato hanno deciso di utilizzare la nuova rivisitazione urbanistica dello Scalo anche per i treni superveloci). Tra gli interventi l’ammodernamento della stazione, la realizzazione di una passerella sopraelevata che unisca piazzale Kambo con il parcheggio in fase di realizzazione posto alle spalle dei binari. Qui sorgeranno un parcheggio di circa 200 posti auto ed una stazione di interscambio tra gomma e ferrovia con la presenza di bus che collegheranno altre zone della città. In questo caso i lavori sono a carico dei privati che intendono realizzare un centro commerciale nell’ex area Permaflex. Un progetto avviato per quanto concerne la realizzazione di questo parcheggio come forma compensativa di urbanizzazione ma ancora chiuso nel cassetto. Sempre in dirittura di arrivo, almeno a livello progettuale, le due piste ciclabili che collegherebbero il quartiere Scalo sino al Parco Matusa e la stazione allo stadio “Benito Stirpe”.


Con le prossime elezioni alle porte (a giugno si torna ad eleggere il sindaco) si spera in un’accelerazione di queste opere.

Gi. Ru.

© RIPRODUZIONE RISERVATA