Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Beach volley, mondiali Roma: da Santa Monica alla Capitale è gran successo

foto

Da Santa Monica, culla del beach, e da Copacabana, fino al centro della Citta' Eterna: senza tempo come il successo della pallavolo da spiaggia, che in questi giorni registra un altro gran successo di pubblico a Roma, in piena citta', al parco del Foro Italico. I Mondiali di beach volley infiammeranno il Foro fino al prossimo 19 giugno, ma l'amore di Roma per i campi di sabbia parte da lontano: «Il fenomeno beach volley è molto radicato in città, tanto che parecchi appassionati ritengono che per quanto riguarda Italia questo sport sia nato a Ostia», spiega Andrea Burlandi, presidente della FIPAV Lazio. Sono moltissime ormai le società sportive che fanno solo beach volley, slegato dalla 'sorella' pallavolo. «Nel Lazio abbiamo una decina di impianti coperti, che permettono di giocare nel corso di tutta la stagione - prosegue Burlandi - Gli antesignani sono stati Gianni Mascagna e i suoi collaboratori, che con la Beach Volley Academy di Ostia hanno capito anni fa che c'era il desiderio nella gente di giocare sulla sabbia anche d'inverno». Si stimano in 5000 i praticanti abituali nel solo Lazio, che diventano 20mila se l'analisi prende in considerazione tutto il Paese: all'Italia il beach volley piace tanto. «Nel 2009 cominciammo un ciclo che si chiuse nel 2011 con i primi Mondiali a Roma: un successo, alle finali facemmo sold-out con 10mila spettatori. Adesso siamo nel pieno di un nuovo percorso». 

Foto Valerio Ippoliti