Principessa saudita condannata per aver umiliato l'idraulico: obbligato a baciarle i piedi

La sorella del principe saudita, Mohammed bin Salmane, è stata condannata oggi dal tribunale di Parigi a dieci mesi di carcere con la condizionale e 10.000 euro di multa per le violenze fatte infliggere dal suo personale ad un idraulico accusato di non essersi comportato bene sul posto di lavoro. Fatti che risalgono al 2016. Hassa bin Salmane, la principessa 42enne, è stata processata per contumacia a inizio luglio, in particolare, per aver chiesto al suo bodyguard personale, Rani Saidi - anch'egli condannato oggi - di minacciare, colpire e umiliare l'idraulico.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani