Anton, da disoccupato a impiegato: «Anche noi disabili possiamo lavorare»