Il Flauto magico di Kosky tra vaudeville, animazione e cinema muto

Al Teatro Costanzi fino al 17 ottobre, andrà in scena Die Zauberflöte (Il flauto magico) di Mozart. Sul podio dell’Orchestra dell’Opera di Roma il maestro Henrik Nánási. Barrie Kosky e Suzanne Andrade firmano a quattro mani la regia dell’allestimento della Komische Oper di Berlino.

Uno spettacolo tra film d’animazione, cinema muto e vaudeville rappresentato in 23 città di tutto il mondo dagli USA a Edimburgo a Pechino. Le scene e i costumi sono di Esther Bialas, i video di Paul Barritt, firma le luci Diego Leetz.

Nel cast Amanda Forsythe e Kiandra Howarth (10, 12 e 17 ottobre) nel ruolo di Pamina, Juan Francisco Gatell e Giulio Pelligra (10 e 12 ottobre) in quello di Tamino, Christina Poulitsi e Olga Pudova (10, 12, 14 e 17 ottobre) vestiranno i panni della Regina della Notte, Gianluca Buratto e Antonio Di Matteo (10, 12, 14, 17 ottobre) quelli di Sarastro, Alessio Arduini e Joan Martín-Royo (10, 12, 13 e 17 ottobre) di Papageno.

E ancora nel cast Marcello Nardis (Monostatos), Julia Giebel (Papagena), e i talenti di “Fabbrica” Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma: Louise Kwong, Irida Dragoti, Sara Rocchi (rispettivamente nei ruoli di prima, seconda e terza dama), Andrii Ganchuk (l’oratore), Domingo Pellicola e Timofei Baranov (rispettivamente primo e secondo armigero).


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Whatsapp parla chiaro: studenti on line in classe

di Raffaella Troili