Usa, Camera boccia dichiarazione emergenza per finanziare Muro col Messico

Mercoledì 27 Febbraio 2019
(Teleborsa) - Con 245 sì e 182 no, la Camera di Washington ha approvato una risoluzione che revoca lo "stato di emergenza nazionale alla frontiera", dichiarato da Donald Trump per aggirare il Congresso e poter dirottare fondi del bilancio federale verso la costruzione di un pezzo di muro col Messico.

Voto come da copione visto che i democratici dalle ultime legislative di novembre hanno la maggioranza dei deputati. Sorprende invece che ai loro voti si sono aggiunti quelli di una pattuglia di 13 repubblicani, in rotta con il loro presidente.

TRUMP, DIRITTO DI VETO - Adesso la palla passa al Senato, dove il partito del Presidente fa la voce grossa, chiamato a pronunciarsi sulla risoluzione nei prossimi giorni. Ma per il Tycoon c'è un altro asso nella manica da giocare: se anche la bocciatura dell'emergenza nazionale dovesse passare dalle due camere del Congresso, da parte sua Donald Trump potrebbe utilizzare, come del resto ha già minacciato di fare, il diritto di veto presidenziale per legare le mani alla risoluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I lucchetti di Ponte Milvio si aprono con le chiavi di Villa Pamphili

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma