Unilever verso il dimezzamento della plastica entro il 2025

Lunedì 7 Ottobre 2019
Niente più imballaggi in plastica per Unilever. Questo è l'obiettivo della multinazione olandese-britannica che entro il 2025 dimezzerà l'uso di plastica vergine, riducendo di oltre 100.000 tonnellate l'utilizzo di imballaggi in plastica. Accelerà, inoltre, sull'uso della plastica riciclata e raccoglierà più imballaggi in plastica di quanti ne vende. È la prima azienda di beni di consumo a livello globale che si impegna per ridurre la plastica da tutti i suoi prodotti. 

La multinazionale, inoltre, è già sulla buona strada per rispettare gli impegni assunti per garantire che tutti i suoi imballaggi in plastica siano riutilizzabili, riciclabili o compostabili entro il 2025, e per utilizzare almeno il 25% di plastica riciclata nei suoi imballaggi, sempre entro il 2025

L'iniziativa di Unilever prevede che l'azienda contribuisca alla raccolta e alla lavorazione di circa 600.000 tonnellate di plastica all'anno entro il 2025. Questo sarà possibile tramite investimenti e collaborazioni che miglioreranno le infrastrutture di gestione dei rifiuti in molti dei paesi in cui Unilever opera.

«La plastica ha il suo posto, ma quel posto non è nell'ambiente. Possiamo smaltire i rifiuti plastici solo agendo rapidamente e con un'azione radicale in tutti i punti del ciclo della plastica. Il nostro punto di partenza deve essere la progettazione, riducendo la quantità di plastica che utilizziamo, per poi fare in modo che ciò che utilizziamo provenga sempre più da fonti riciclate. Ci impegniamo inoltre a garantire che tutti i nostri imballaggi in plastica siano riutilizzabili, riciclabili o compostabili», ha commentato Alan Jope amministratore delegato di Unilever.  Ultimo aggiornamento: 12:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma