Rallenta la crescita in Europa e sale l'incertezza

Giovedì 8 Novembre 2018
Rallenta la crescita europea, che ha perso il suo dinamismo a causa del contesto di alta incertezza che si è venuto a creare. Sono le conclusioni delle nuove previsioni macroeconomiche della Commissione Europea. L'andamento della crescita che è stato registrato dalla Commissione non è molto incoraggiante: nella zona euro si è passati dal 2,4 per cento di crescita nel 2017 al 2,1 per cento di quest'anno. E si prevede un'ulteriore moderazione nei prossimi anni: 1,9 per cento nel 2019 e 1,7 per cento nel 2020. Livelli analoghi si trovano anche in tutta l'Unione. 

«Tutte le economie cresceranno sia quest'anno che l'anno prossimo, tuttavia aumentano incertezze e rischi sia esterni che interni e cominciano ad avere effetti sulla crescita economica», ha spiegato il vicepresidente della Commissione Dombrovskis.

L'aumento dell'incertezza non riguarda solo l'Europa, ma è un fenomeno di portata globale. Le tensioni commerciali internazionali e il rincaro dei prezzi del petrolio sono fattori che favoriscono e alimentano la situazione di precarietà.   © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

M5S e Lega, il diverso approccio al governo delle cose

Colloquio di Alvaro Moretti e Simone Canettieri