Tesla sotto inchiesta SEC per difetti ai pannelli solari

Tesla sotto inchiesta SEC per difetti ai pannelli solari
2 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Dicembre 2021, 17:45

(Teleborsa) - La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha aperto un'indagine su Tesla a seguito di una denuncia da parte di un whistleblower secondo cui la società non aveva notificato adeguatamente ai suoi azionisti difetti dei pannelli solari. La SEC ha rivelato si stare indagando sulla casa automobilistica di auto elettriche in risposta a una richiesta del Freedom of Information Act di Steven Henkes, un ex manager di Tesla, che ha presentato una denuncia sui sistemi solari nel 2019 e ha chiesto all'agenzia informazioni sul rapporto. La notizia, riportata da Reuters, ha avuto subito ripercussioni sul titolo in borsa: Tesla Motors si attesta a 974, con un calo del 4,04%.

"Abbiamo confermato con il personale della Division of Enforcement che l'indagine di cui si cercano i documenti è ancora attiva e in corso", ha scritto la SEC in una risposta del 24 settembre a Henkes, rifiutando la sua richiesta di fornire i documenti. La SEC ha sottolineato che la lettera non dovrebbe essere presa come un'indicazione da parte dell'agenzia che si siano verificate violazioni della legge.

Nella denuncia alla SEC, Henkes ha affermato che Tesla e SolarCity, che ha acquisito nel 2016, non hanno rivelato la propria "responsabilità ed esposizione a danni alla proprietà, rischio di lesioni agli utenti, incendio ecc. agli azionisti" prima e dopo l'acquisizione. Secondo il reclamo, inoltre, Tesla non ha informato i propri clienti che connettori elettrici difettosi potrebbero causare incendi.

Henkes, un ex manager della divisione qualità di Toyota Motor, è stato licenziato da Tesla nell'agosto 2020 e ha fatto causa a Tesla sostenendo che il licenziamento era una rappresaglia per aver sollevato problemi di sicurezza. secondo quanto ha scritto Reuters, a cui Tesla e SEC non hanno rilasciato commenti sulla vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA