Settimana decisiva per la nuova Alitalia

Lunedì 22 Aprile 2019
(Teleborsa) - Otto giorni per decidere il futuro di Alitalia, in realtà sette a partire da martedì 23 aprile, data di convocazione del Consiglio dei Ministri chiamato a discutere il DL sulla Crescita nelle cui voci figura anche il via libera alla partecipazione del Ministero Economia e Finanze nella newco. L'apporto dovrebbe attestarsi sul 15% della quota del nuovo capitale, che andrebbe ad aggiungersi al 30% di FS, che guida la cordata dell'operazione rilancio, e al 15% di Delta Airlines. Tutto da definire il concorso al restante 40% (si parla di un interessamento di China Eastern, ma non supererebbe il 5%), mentre resta fissata al 30 aprile la presentazione dell'offerta vincolante da parte di FS. Una data che appare troppo ravvicinata per chiudere in positivo la partita.

A giustificare un ulteriore slittamento di tale scadenza potrebbe essere solo la volontà manifesta di un nuovo investitore, a cui dovrebbe essere dato tempo necessario per valutare la partecipazione nell'azionariato della newco. A tale proposito, secondo voci raccolte durante la pausa festiva, non sarebbe tramontato il coinvolgimento di Atlantia, nonostante l'amministratore delegato Giovanni Castellucci abbia dichiarato nell'assemblea della società che il CdA non ha mai affrontato il tema della possibile partecipazione alla newco Alitalia, giudicato di per sé complesso, ovvero tale da richiedere necessari e opportuni approfondimenti.

Un'eventuale trattativa con Atlantia potrebbe avviarsi se il Governo decidesse di ricevere la propria posizione circa revoca della concessione a Autostrade per l'Italia avviata dopo il crollo del ponte Morandi a Genova e ci fosse un'accelerazione dell'iter autorizzazione del progetto della Gronda nel capoluogo ligure da parte del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Un passaggio politico per dare spinta all'operazione di mercato della nuova Alitalia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L'approfondimento di oggi


Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma