Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Senza direzione i mercati europei. Aumenta pressione per BCE

Senza direzione i mercati europei. Aumenta pressione per BCE
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 1 Giugno 2022, 14:00
(Teleborsa) - Si muove all'insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee. Anche la borsa di Milano si allinea alla cautela che regna in Europa, e scambia sulla linea di parità. Oltre ai risvolti economici della guerra in Ucraina, gli investitori guardano al potenziale intervento aggressivo della BCE sui tassi di interesse. Robert Holzmann, governatore della banca centrale austriaca, ha detto che "un aumento di 50 punti base invierebbe un segnale chiaro e necessario che la BCE è seriamente intenzionata a combattere l'inflazione", mentre Deutsche Bank prevede ora che Francoforte aumenterà i tassi di mezzo punto al meeting di luglio o settembre, diventando la prima grande banca ad allontanarsi dal consensus di 25 punti base.

Gli operatori sono anche trovati a valutare i numerosi dati macroeconomici diffusi in mattinata, con il tasso di disoccupazione italiano di aprile che è rimasto stabile all'8,4%, il settore manifatturiero italiano che è cresciuto al ritmo più lento in oltre un anno e mezzo a maggio, e il tasso disoccupazione dell'Eurozona di aprile che è rimasto stabile al 6,8%.

Tra le società che hanno effettuato annunci prima dell'apertura del mercato, si muove in netto ribasso Saipem (che ha invertito la direzione rispetto a un'apertura in ottimo rialzo), dopo che ha annunciato la vendita delle attività drilling onshore a KCAD per 550 milioni di dollari. Positive Nexi e BPER, dopo che la prima ha sottoscritto un accordo per rilevare dalla seconda (e dalla controllata Banco di Sardegna) le attività di merchant acquiring e gestione POS.

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,14%. Prevale la cautela sull'oro, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,30%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 116,2 dollari per barile.

Lo Spread fa un piccolo passo verso il basso, con un calo dell'1,00% a quota +198 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 3,11%.

Tra le principali Borse europee performance modesta per Francoforte, che mostra un moderato rialzo dello 0,32%, piccola perdita per Londra, che scambia con un -0,21%, e poco mosso Parigi, che mostra un +0,1%.

Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 24.524 punti; sulla stessa linea, incolore il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 26.781 punti, sui livelli della vigilia.

Leggermente negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,3%); sulla stessa tendenza, in ribasso il FTSE Italia Star (-0,82%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Stellantis (+3,65%), Pirelli (+2,41%), BPER (+2,19%) e Moncler (+1,77%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Amplifon, che continua la seduta con -2,62%.

Lettera su Saipem, che registra un importante calo del 2,24%.

Si concentrano le vendite su Ferrari, che soffre un calo dell'1,85%.

Vendite su Terna, che registra un ribasso dell'1,85%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, OVS (+3,46%), Piaggio (+2,69%), Autogrill (+2,51%) e Credem (+1,99%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Reply, che prosegue le contrattazioni a -3,63%.

Scende SOL, con un ribasso del 2,97%.

Crolla Antares Vision, con una flessione del 2,47%.

Vendite a piene mani su Sesa, che soffre un decremento del 2,42%.

Tra le grandezze macroeconomiche più importanti:

Mercoledì 01/06/2022
02:30 Giappone: PMI manifatturiero (atteso 53,2 punti; preced. 53,5 punti)
08:00 Germania: Vendite dettaglio, annuale (atteso 4%; preced. -1,7%)
08:00 Germania: Vendite dettaglio, mensile (atteso -0,2%; preced. 0,9%)
10:00 Unione Europea: PMI manifatturiero (atteso 54,4 punti; preced. 55,5 punti)
11:00 Unione Europea: Tasso disoccupazione (atteso 6,8%; preced. 6,8%).
© RIPRODUZIONE RISERVATA