Rialzo controllato per le borse europee

Martedì 8 Gennaio 2019
(Teleborsa) - Avvio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente, all'indomani dell'incontro USA - Cina sui dazi che tiene gli operatori con il fiato sospeso. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia.

Sessione debole per l'Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,29%. Seduta in frazionale ribasso per l'oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,44%. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 48,56 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a +266 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,89%.

Tra gli indici di Eurolandia sostanzialmente tonica Francoforte, che registra una plusvalenza dello 0,24%, guadagno moderato per Londra, che avanza dello 0,26%, piccoli passi in avanti per Parigi, che segna un incremento marginale dello 0,24%.

Piazza Affari inizia la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,55%, proseguendo la serie positiva iniziata venerdì scorso; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 20.973 punti. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,27%), come il FTSE Italia Star (0,4%).

In buona evidenza a Milano i comparti beni industriali (+0,91%), bancario (+0,84%) e servizi finanziari (+0,78%). Il settore materie prime, con il suo -0,57%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Prysmian (+4,05%), Juventus (+3,04%), Banco BPM (+1,41%) e BPER (+1,29%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Italgas -2,54%. Tentenna Ferragamo, con un modesto ribasso dello 0,51%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Mondadori (+1,95%), OVS (+1,66%), Banca Popolare di Sondrio (+1,48%) e Credito Valtellinese (+1,32%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Brunello Cucinellie -2,53%. Crolla Salini Impregilo, con una flessione del 2,26%. Giornata fiacca per Italmobiliare, che segna un calo dello 0,92%. Piccola perdita per RCS, che scambia con un -0,65%.

Resta sospesa Banca Carige. Nella riunione lampo del Consiglio dei Ministri convocata ieri (7 gennaio 2019) è stato approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti sull'istituto genovese e a tutela della clientela e dei risparmiatori. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma