LUIGI DI MAIO

Poste, Mattarella inaugura maxi hub e-commerce a Bologna: smisterà 250mila pacchi al giorno

Martedì 16 Luglio 2019
Inaugurazione hub Bologna. Da sin. Giuseppe Lasco (vice dir. gen. Poste), Maria Bianca Farina (presidente Poste), il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e Matteo Del Fante (ad Poste)
È stato inaugurato a Bologna il nuovo hub logistico di Poste Italiane, il più grande d'Italia. A premere simbolicamente il pulsante di accensione del sistema è stato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La struttura si estende su 75mila metri quadrati - il corrispettivo di 10 campi da calcio - e permetterà lo smistamento di 250mila pacchi al giorno che si aggiungono ai 500mila che l'azienda già gestisce. Nello stabilimento, realizzato all’Interporto di Bologna grazie a un investimento di 50 milioni di euro, lavoreranno circa 600 persone.

«Il percorso di Poste sottolinea che innovazione non è nemica del lavoro», ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella all'inaugurazione del nuovo centro di Poste Italiane. «I 135mila dipendenti di Poste Italiane lo dimostrano - prosegue - così come il contributo di ampia dimensione che Poste fornisce al Pil del nostro Paese, 12 miliardi». «Questa condizione di seguire novità in una stagione in cui il lavoro cambia, caratterizza Poste italiane».

Mattarella ha poi citato un film di Kevin Costner, L'uomo del giorno dopo, per sottolineare l'importanza della figura del postino nella cultura italiana. «Credo che molti lo rammentino», ha spiegato il Capo dello Stato, durante il suo intervento: «Raffigurava un futuro nel quale il mondo è devastato dalla guerra nucleare e collocava nell'uomo del giorno, un postino che recava le notizie ai luoghi più periferici e isolati, attribuendogli la speranza e la fiducia per la ripresa del mondo». Questo, ha sottolineato Mattarella, «per noi italiani non può essere sorprendente: i passi del portalettere, la sua bicicletta e poi via via gli strumenti sempre più moderni hanno accompagnato la vita quotidiana del nostro Paese».

«Poste italiane punta a diventare il primo operatore in Italia nei pacchi consegnati a domicilio. L'investimento che presentiamo oggi aumenterà la nostra competitività e non ci fermeremo qua», ha detto l'amministratore delegato del gruppo, Matteo Del Fante. 

L'hub è stato realizzato in 17 mesi, con l'impiego di 340 persone per oltre 140.000 ore di lavoro, con la stesura di 63 km di cavi, 35.000 metri quadrati di pavimentazione e l'utilizzo di 295 tonnellate di acciaio. Sulla copertura dell'impianto sono stati installati pannelli fotovoltaici che coprono una superficie di 5.500 metri quadrati e generano una quantità di elettricità superiore al fabbisogno energetico diurno, riducendo di 225 tonnellate le emissioni annue di CO2.

«Oggi inauguriamo un impianto che, oltre ad essere all'avanguardia dal punto di vista tecnologico, sarà il più grande in Italia e tra i primi in Europa. Un vero fiore all'occhiello per il nostro Paese che ancora una volta dimostra tutta la volontà di stare al passo con i tempi e di stimolare scelte responsabili ed ambiziose come l'attenzione mostrata dal punto di vista ambientale ed energetico», ha sottolineato il vicepremier Luigi Di Maio.

La struttura di Bologna sostiene la strategia di Poste Italiane di crescita nella logistica legata agli acquisti online attraverso investimenti tecnologici e alleanze con partner strategici, spiega un comunicato. L’evoluzione di questa strategia ha portato all’introduzione dello Joint Delivery Model, il nuovo modello di recapito con consegna pomeridiana e durante i weekend, e alla nascita di “Punto Poste”, la rete di Poste Italiane per il ritiro degli acquisti online e la consegna di resi formata da oltre 3000 tra tabaccai e altri esercizi affiliati, oltre che da 350 locker automatici, destinata a espandersi e a integrare la più grande rete distributiva d’Italia, formata da circa 13.000 Uffici Postali con servizio di Fermoposta.

Il centro di smistamento di Bologna conferma ancora una volta il ruolo di Poste Italiane che, con i suoi 157 anni di storia, può contare su una rete di circa 13.000 Uffici Postali, 134 mila dipendenti, 514 miliardi di euro di attività finanziarie totali e circa 35 milioni di clienti.

  Ultimo aggiornamento: 17 Luglio, 10:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Se il figlio non sta mai fermo la soluzione è tre sport in uno

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma