PENSIONI

Pensioni, assegni tagliati del 10% con cinque anni senza contributi

Mercoledì 27 Novembre 2019 di Luca Cifoni
Pensioni, assegni tagliati del 10% con cinque anni senza contributi

Il sistema pensionistico italiano, basato sul metodo di calcolo contributivo, è molto sensibile alla continuità della carriera lavorativa e quindi dei versamenti contributivi. I periodi di "buco" possono avere un effetto negativo rilevante. Nel suo studio appena pubblicato Pensions at a glance 2019 l'Ocse calcola che - per un lavoratore con retribuzione media - un'interruzione di carriera di 5 anni provocherà una riduzione del 10 per cento della pensione finale: valore più alto del 6% riscontrato in media nei Paesi che aderiscono all'organizzazione.

Nello studio viene fatto notare che «in Italia oggi una carriera contributiva piena non è comune e ancora meno potrebbe esserlo in futuro». Gli economisti dell'Ocse notano che «il rischio di carriere incomplete può essere ampliato dall'espansione delle forme di lavoro»;  e ricordano come l'occupazione a tempo determinato sia cresciuta dal 10% del 2000 al 15% del 2017. Cioè ad un ritmo più veloce di quello degli altri Paesi dell'area. Il tema è presente ormai da anni nel dibattito previdenziale italiano: si parla ad esempio di istituire una "pensione di garanzia" per i giovani. Ma è abbastanza chiaro allo stesso tempo che il problema andrebbe affrontato anzitutto all'origine, quindi creando le condizioni per una maggiore continuità delle carriere lavorative.

Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 17:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma