Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

MPS, Maffezzoni: dopo aumento capitale torneremo sui mercati per raccolta

MPS, Maffezzoni: dopo aumento capitale torneremo sui mercati per raccolta
2 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Giugno 2022, 12:45

(Teleborsa) - Per quanto riguarda l'accesso a nuovi capitali, la "prima iniziativa importante è l'aumento di capitale nel quarto trimestre e dopo torneremo sui mercati per la raccolta; in generale, direi che le emissioni sono state spalmate in maniera adeguata nel tempo". Lo ha affermato Andrea Maffezzoni, Chief Financial Officer di MPS, rispondendo alle domande degli analisti sul nuovo Piano Industriale 2022–2026 "A Clear and Simple Commercial Bank". Il CFO, che vanta una lunga carriera in UniCredit, è entrato in carica pochi giorni fa.

"Saremo sul mercato con emissioni di bond senior non preferred teoricamente subito dopo l'aumento di capitale, poi con tutte le altre spalmate sull'arco di piano e pianificate in base alla scadenza delle emissioni già in corso", ha puntualizzato Maffezzoni.

Per quanto concerne il funding, il piano prevede infatti "il raggiungimento di una più stabile struttura, con rifocalizzazione verso depositi da clientela e raccolta istituzionale" (previsti 12 miliardi di euro di nuove emissioni in arco piano, anche a fronte delle scadenze delle emissioni in essere) e riduzione del ricorso a funding da banche centrali (funding BCE su totale passività atteso a circa il 13% entro il 2024, rispetto all'attuale 22%).

"Sui depositi, prevediamo di ridurre i depositi vincolati nei primi anni del piano e poi, con una base clienti molto fedele, ci aspettiamo che i volumi evolvano in base all'andamento del mercato", ha spiegato il CFO. "Sui depositi avremo un approccio diverso, eliminando ciò che è costoso e non fidelizza i clienti, anche perché vogliamo trasformare i depositi in risparmio gestito", ha aggiunto Lovaglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA