Moda, export a + 7,2% nel primo semestre 2019

Lunedì 14 Ottobre 2019
(Teleborsa) - Nei primi sei mesi del 2019 il settore tessile moda e accessorio conferma il trend in crescita per l'export che ha fatto registrare una crescita del 7,2% per un valore complessivo di quasi 33,5 miliardi di euro.

È quanto emerge dai dati di Confindustria Moda, la federazione che riunisce le imprese e le associazioni del comparto, relativi ai primi sei mesi dell'anno.

Secondo i dati, l'ottimo risultato è stato possibile grazie alla crescita del valore delle merci, che hanno permesso un riposizionamento verso l'alto della moda italiana, e hanno compensato la netta contrazione dei volumi.

Se infatti il tessile-abbigliamento registra un calo delle quantità dell'1,9%, la gioielleria da indosso del 6,4% e le calzature del -0,9% in termini di paia, l'import ammonta a poco meno di 17,8 miliardi, grazie ad un incremento tendenziale del +2,1%.

Nel gennaio-giugno 2019 il saldo commerciale arriva quindi a quota 15,7 miliardi, risultando particolarmente positivo con un aumento di 1,9 miliardi (+13,6%).

"Questi risultati sono per noi motivo di grande orgoglio perché testimoniano come la qualità che la nostra filiera è in grado di produrre riesca a superare tutte le incertezze che turbano i mercati, dalla Brexit ai dazi", ha commentato Claudio Marenzi, presidente di Confindustria Moda.

"Non solo, questa forte crescita conferma come il settore della moda rivesta il ruolo di principale forza trainante dell'economia di tutto il Paese. Il nostro operato - conclude Marenzi - contribuisce in maniera fondamentale al segno positivo della bilancia commerciale, e a posizionare il Made in Italy come brand aspirazionale ineguagliabile". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma