Kimberly-Clark, guidance deludente. Pressione sui costi continua nel 2022

Kimberly-Clark, guidance deludente. Pressione sui costi continua nel 2022
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 15:45

(Teleborsa) - Kimberly-Clark, colosso statunitense del settore dei prodotti in carta (in Italia il suo marchio più famoso è Scottex), ha registrato profitti sopra le attese nel quarto trimestre 2021 e ha fornito una guidance deludente su ricavi e utili 2022. Le vendite nei tre mesi a dicembre sono state di 5 miliardi di dollari, in aumentato del 3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (vendite organiche a +3%). L'utile per azione adjusted è stato di 1,06 dollari, inferiore agli 1,58 dollari di un anno fa. Gli analisti, secondo dati Refinitiv, si aspettavano un utile per azione di 1,24 dollari su ricavi per 4,89 miliardi di dollari.

"I nostri team si sono comportati bene in questo ambiente macro e operativo impegnativo, mantenendo la disciplina dei costi, bilanciando le iniziative sui prezzi, prendendosi cura dei nostri clienti e continuando ad alimentare la nostra crescita", ha commentato il CEO Mike Hsu. "Anche se prevediamo che l'inflazione e l'interruzione della catena di approvvigionamento persisteranno nel 2022, ci impegniamo a recuperare i margini ai livelli pre-pandemici rispetto nel tempo, e siamo ottimisti circa un graduale miglioramento nel corso dell'anno", ha aggiunto.

Le prospettive dell'azienda per il 2022 non presuppongono alcun impatto aggiuntivo significativo da interruzioni della catena di approvvigionamento a causa della pandemia. Kimberly-Clark prevede che le vendite nette aumenteranno dall'1 al 2% e le vendite organiche aumenteranno dal 3 al 4%. L'utile operativo è stimato in calo a un tasso low to mid-single digits rispetto all'utile operativo rettificato nel 2021.

I principali input di costo aumenteranno da 750 a 900 milioni di dollari; la società pensa che "i costi aumenteranno o rimarranno elevati per la maggior parte degli input, comprese le materie prime, la distribuzione e l'energia". L'utile per azione si dovrebbe assestare tra 5,60 e 6,00 dollari, mentre la spesa in conto capitale tra 1.000 e 1.100 milioni di dollari. Il mercati era per una guidance di 6,72 dollari per gli utili e 20,03 miliardi di dollari per i ricavi.

(Foto: Cineberg Ug)

© RIPRODUZIONE RISERVATA