Industria tecnologica in Europa verso i 100 miliardi di dollari investiti

Industria tecnologica in Europa verso i 100 miliardi di dollari investiti
2 Minuti di Lettura
Martedì 7 Dicembre 2021, 11:16

(Teleborsa) - L'Europa si appresta a raggiungere i 100 miliardi di dollari investiti nella propria industria tecnologica in un solo anno consolidando il suo ruolo come potenza tecnologica globale: ecco cosa emerge dal report annuale del venture capital Atomico sullo Stato della tecnologia in Europa, edizione 2021. Con livelli di investimento "early-stage" per la prima volta pari a quelli degli Stati Uniti, e con un numero di nuovi unicorni in aumento, l'industria tecnologica europea sta crescendo più velocemente di quanto non facesse prima della pandemia, aumentando il proprio valore di 1 trilione di dollari soltanto nei primi 8 mesi del 2021. L'Italia, in particolare, ha raddoppiato la capitalizzazione del suo mercato tecnologico passando dai 14,5 miliardi di dollari del 2020 ai 26,6 miliardi di dollari nel 2021 e sale al 10° posto in Europa.

Il rapporto, una profonda analisi annuale dei dati dell'industria tecnologica europea che comprende 45 paesi, è pubblicato in collaborazione con Slush, la più grande community di startup al mondo, con il supporto di Orrick, uno dei principali studi legali di tecnologia con presenza globale, di Silicon Valley Bank e della società di gestione degli investimenti Baillie Gifford.

"L'Europa sta vivendo una rivoluzione tecnologica con profondi effetti sulle economie, sulla società e sull'ambiente, guidata da due tendenze irreversibili: una, che non è relativa soltanto all'Europa, è la marcia inarrestabile della tecnologia. L'altra è quella che noi chiamiamo il volano tecnologico europeo - un insieme di fondamenta incredibilmente forti che includono una profonda pipeline di talenti, team fondatori eccezionalmente forti e un pool sano di investitori a tutti i livelli - che fa emergere gli unicorni e crea valore con frequenza e grandezza sempre maggiori", ha detto Tom Wehmeier, partner di Atomico e coautore del rapporto. "Queste due tendenze aiutano l'ecosistema tecnologico europeo a prosperare, anche nel caso in cui le macro condizioni dovessero cambiare".

"Il mercato, inoltre, sta diventando più liquido, con la convergenza di diversi tipi di investitori e crescente appetito da parte dei mercati pubblici", ha aggiunto Sarah Guemouri, Senior Associate di Atomico e coautrice del rapporto. "Anche in uno scenario conservativo, ci aspettiamo, come minimo, che la tecnologia europea raddoppierà nel prossimo decennio e aumenterà di valore per trilioni di dollari".

© RIPRODUZIONE RISERVATA