In flessione Piazza Affari e le altre Borse europee

In flessione Piazza Affari e le altre Borse europee
2 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Ottobre 2021, 11:00

(Teleborsa) - Le principali borse europee continuano la seduta in calo dopo un avvio debole, con gli investitori preoccupati per la crisi di liquidità del colosso immobiliare cinese Evergrande, dopo la mancata vendita di una divisione. Nel frattempo è iniziata la stagione delle trimestrali anche in Europa che segue quella in USA con molte aziende americane che hanno annunciato risultati al di sopra delle aspettative.

Sul mercato valutario, poco mosso l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,164. Sostanzialmente stabile l'oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.785 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) perde lo 0,71% e continua a trattare a 82,83 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a +104 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,92%.

Tra gli indici di Eurolandia incolore Francoforte, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente, discesa modesta per Londra, che cede un piccolo -0,37%, e pensosa Parigi, con un calo frazionale dello 0,39%. Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,34% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 29.130 punti.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, buoni spunti su DiaSorin, che mostra un ampio vantaggio dell'1,70%.

Piccoli passi in avanti per STMicroelectronics, che segna un incremento marginale dello 0,89%.

Giornata moderatamente positiva per Italgas, che sale di un frazionale +0,83%.

Deboli le banche: Banca Generali riflette un moderato aumento dello 0,63%. Giù Banco BPM che continua la seduta con -1,73%. Preda dei venditori BPER, con un decremento dell'1,64%. Si concentrano le vendite su Unicredit, che soffre un calo dell'1,49%.

Vendite su Pirelli, che registra un ribasso dell'1,10%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, IGD (+3,60%) che ha siglato un accordo con ICG per la cessione del portafoglio iper/supermercati "stand alone". Caltagirone SpA (+3,44%), Ascopiave (+1,85%) e Webuild (+1,76%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Danieli, che prosegue le contrattazioni a -1,29%.

Seduta negativa per Banca Popolare di Sondrio, che mostra una perdita dell'1,18%.

Sotto pressione B.F, che accusa un calo dell'1,11%.

Tentenna Credem, con un modesto ribasso dello 0,93%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA