Cina ancora in mezzo al guado: giù vendite e investimenti

Venerdì 14 Agosto 2020
(Teleborsa) - Deludono alcuni dati macro cinesi pubblicati stamattina, che confermano una ripresa a fasi alterne della grande economia asiatica, fermata dalla pandemia di Covid-19 a partire da inizio anno.

Secondo i dati del Bureau of Statistics cinese, la produzione industriale è cresciuta meno del previsto a luglio, registrando un incremento del 4,8%, come il mese precedente ed al di sotto del 5,1% atteso. Da inizio anno la produzione segna un -0,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente dopo -1,3% rilevato a giugno.

Restano deboli gli investimenti delle imprese, che segnano un -1,6%, in linea con le attese, rispetto al -3,1% del mese precedente.

Continuano a scendere i consumi. Le vendite al dettaglio infatti registrano a luglio un nuovo calo dell'1,1% dopo il -1,8% di giugno. Il dato delude le attese del mercato che indicavano un +0,1%. Da gennaio a luglio, il commercio al dettaglio fa segnare una pesante contrazione del 10,4% (era -11,8% a fine giugno).

Tasso di disoccupazione infine è stato confermato al 5,7%.

(Foto: Free-Photos) © RIPRODUZIONE RISERVATA