Brunello Cucinelli chiude 2018 in forte crescita e punta su mantenimento crescita

Giovedì 14 Marzo 2019
(Teleborsa) - Brunello Cucinelli ha chiuso l'esercizio 2018 con un utile netto normalizzato, che eclcude il beneficio fiscale del Patent Box, pari a 46 milioni di Euro, in crescita del 9,4%. Il CdA proporrà all'Assemblea convocata per il 29 aprile 2019 la distribuzione di un dividendo di 0,30 Euro per azione, pari a un payout ratio del 40,2%.

La casa della moda ha riportato ricavi netti per 553 milioni di Euro, in aumento dell'8,1% a cambi correnti (+10,7% a cambi costanti)
rispetto ai 511,7 milioni di Euro al 31 dicembre 2017, mentre l'EBITDA è salito dell'8,8% a 95,1 milioni di Euro.

Aumento significativo delle vendite nei Mercati Internazionali (+8,8%) e nel Mercato Italiano (+4,2%), con l'Europa che ha segnato un +8,5%, il Nord America +3,9%, la Greater China +28,6%, ed il Resto del Mondo +10,6%. Crescite in tutti i canali distributivi: retail +6,3%, monomarca wholesale +19,4%, multimarca wholesale +9,1%.

Investimenti pari a 45 milioni di euro, in ulteriore incremento rispetto ai 35,7 milioni di euro dello scorso anno, per mantenere "altissima" l'immagine del brand sia nel canale fisico che in quello digitale.

Indebitamento Finanziario Netto pari a 14,5 milioni di euro, in leggero miglioramento rispetto al 2017, grazie alla generazione di cassa e positiva gestione del capitale circolante netto.

"Per il 2019, visto l'andamento delle vendite molto buone nella prima parte dell'anno e gli ottimi risultati conseguiti nella raccolta ordini per l'Autunno Inverno - ha anticipato l'Amministratore Delegato Brunello Cucinelli - con tranquillità immaginiamo una bella crescita
intorno all'8% del fatturato e una sana crescita dei profitti, seguitando sempre nel nostro progetto importante di investimenti"-

"Questo anno rappresenta il primo del nuovo decennio 2019 - 2028 dove immaginiamo di raddoppiare il fatturato, cercando di lavorare con passione e dedizione in armonia con il Creato, sempre credendo nella nostra Italia e nell'altissima qualità e creatività della cultura
manifatturiera che ci rende amati nel mondo". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in fila per la macchina mangia-plastica (che però è rotta)

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma