Bollo auto, niente più proroghe: ecco scadenze e come fare i calcoli per non incorrere in multe e sanzioni

Bollo auto, niente più proroghe: ecco scadenze e come fare i calcoli per non incorrere in multe e sanzioni
di Gi.Fr.
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 19 Gennaio 2022, 15:29 - Ultimo aggiornamento: 17:12

Tra pochi giorni, il 31 gennaio, scatta la prima scadenza dell’anno per chi deve pagare il bollo auto: riguarda gli automobilisti ai quali il bollo è scaduto nello scorso mese di dicembre 2021. In quasi tutte le Regioni infatti il termine per il versamento è l’ultimo giorno del mese successivo alla scadenza. Quest'anno non valgono le proroghe previste nel 2020 e nel 2021 causa pandemia da Covid ed emergenza sanitaria. Il bollo quindi si deve pagare. Ed è meglio farlo in tempo per evitare multe e sanzioni.

Bollo auto più “leggero” per le Euro 6 in Alto Adige. Presidente provincia: «Passo in avanti per la sostenibilità»

Revisione auto, da martedì 2 novembre scatta il maxi-rincaro del 22%: ma per alcuni c'è il bonus

QUANTO SI PAGA

La cifra da pagare varia a seconda della classe ambientale del proprio veicolo e della potenza del motore. La classe ambientale (Euro 1, 2, 3 ecc.) si trova nel riquadro 2 delle carte di circolazione meno recenti. In quelle nuove si trova alla lettera V.9 del riquadro 2. Altre informazioni si trovano nel riquadro 3.

La potenza del motore si trova sul libretto di circolazione nel campo “P.2”. 

In genere i veicoli inquinanti pagano di più. Un veicolo euro 0, ad esempio, paga 3 euro per Kilowatt fino a 100,  la cifra sale a 4,5 euro per auto superiori a 100 kW. Un Euro 1 paga 2,90 euro fino a 100 kW, oltre tale limite paga 4,35 euro. Un Euro paga  da 2,80 euro a 4,20 euro. L'Euro 3 da 2,70 euro a 4,05 euro. Dall'Euro 4 fino all'Euro 6 si paga da 2,58 euro a 3,87 euro. 

Sul sito dell'Aci (Automobil club d'Italia) si possono inserire i dati per fare il calcolo preciso e verificare la somma da versare.  

COME SI PAGA

Si può pagare attraverso pagoPA, il sistema informatizzato della Pubblica Amministrazione.

Oppure attraverso l'Home Banking; Poste italiane (sia online ul sito che presso gli sportelli fisici); i punti vendita Sisal e Lottomatica; in alcune regioni con domiciliazione bancaria (ad esempio in Lombardia); mediante gli ATM abilitati; con il servizio pagoBollo del sito dell’ACI;
con app IO (non in tutte le Regioni); tramite Satispay.

LE ESENZIONI

Alcune automobili godono di sconti e agevolazioni.

Per le  auto e le moto di interesse storico e collezionistico con più di 20 anni e meno di 30 è previsto lo sconto del 50% dell’importo del bollo auto.

Le auto nuove ibride o elettriche, acquistate nel 2019, godono dell'esenzione totale del bollo per un periodo di 3 o 5 anni, in base alla regione. 

Esenzione totale anche per i veicoli adibiti al trasporto di persone con disabilità.  Queste le categorie: non vedenti; sordi; persone con disabilità e con handicap psichico o mentale titolari d’indennità di accompagnamento; persone con disabilità e con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni; persone con disabilità con ridotte o impedite capacità motorie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA