Il bike sharing di Copenaghen sarà a firma italiana

Il bike sharing di Copenaghen sarà a firma italiana
2 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Ottobre 2019, 13:16

Il made in Italy sbarca in Danimarca. Copenaghen sarà la prima città ad adottare Vaimoo, sistema di vehicle sharing, per le sue flotte di e-bike, grazie alla collaborazione siglata dalla società italiana Sitael con Bycyklen, il principale operatore di bike sharing della capitale danese.

L'accordo prevede in una fase iniziale l'avvio dell'integrazione delle funzionalità messe a punto dalla società italiana, con il sistema esistente di Bycyklen, che conta oltre 400mila utenti attivi. Mentre a partire dal 2020 ci sarà la sostituzione della flotta attuale con i veicoli di nuova generazione realizzate interamente da Sitael, fino ad
un totale di 2.000 e-bike.

Vaimoo, sviluppato dalla divisione di Digital Transformation&IoT di Sitael, è basato su una piattaforma flessibile e multi-veicolo che sfrutta al massimo le potenzialità delle tecnologie IoT per offrire servizi di smart mobility sempre più efficienti. È stato mostrato in anteprima a C40 World Mayors Summit 2019, vertice sul clima che riunisce i sindaci di 96 città di tutto il mondo, quest'anno ospitato da Copenaghen.

«La mobilità sostenibile è un elemento chiave nello sviluppo delle smart city. In futuro muoversi diventerà sempre di più un'attività condivisa che prescinderà dal possedere un mezzo. Perché si realizzi questo ecosistema, occorrono però sistemi di mobilità integrata che generino alto valore per la collettività. Vaimoo è nata con questo obiettivo, offrire ad istituzioni e cittadini veicoli dotati di una piattaforma multi-modale e di servizi di connettività intelligenti, in grado di innovare il trasporto personale. Oggi, grazie all'importante accordo con Bycyklen, partiamo da Copenaghen per esportare in altri Paesi il nostro modello innovativo», ha spiegato Matteo Pertosa amministratore delegato di Sitael Spa. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA