Apple e Amazon, doppia delusione per i conti trimestrali

Apple e Amazon, doppia delusione per i conti trimestrali
3 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Ottobre 2021, 09:15

(Teleborsa) - Gli ultimi due colossi tech a diffondere le trimestrali, Apple e Amazon, hanno deluso il mercato. Sebbene le performance finanziarie siano differenti, i problemi che le due multinazionali si sono trovate a fronteggiare, e hanno affermato continueranno in questo trimestre, sono risultati simili. Su tutti, spiccano le interruzioni alla catena di approvvigionamento globale e le sfide del mercato del lavoro.

Apple ha registrato ricavi per 83,4 miliardi di dollari e profitti per 1,24 dollari per azione nel quarto trimestre fiscale (terminato il 25 settembre 2021), inferiori rispetto alle stime degli analisti di 84,8 miliardi e 1,24 per azione, secondo dati Refinitiv. La società ha affermato che le vendite di iPhone nel trimestre sono state di 38,9 miliardi di dollari, al di sotto delle stime di 41,5 miliardi. Le vendite di iPad e Mac sono state, rispettivamente, di 8,3 miliardi di dollari e 9,2 miliardi di dollari, rispetto alle stime degli analisti di 7,2 miliardi e 9,2 miliardi.

"I nostri risultati record del trimestre di settembre hanno coronato un anno fiscale notevole di forte crescita a due cifre, durante il quale abbiamo stabilito nuovi record di fatturato in tutti i nostri segmenti geografici e categorie di prodotti nonostante la continua incertezza nell'ambiente macro", ha affermato Luca Maestri, CFO di Apple. Il CEO Tim Cook ha detto a Reuters che il trimestre appena concluso ha avuto "limiti di approvvigionamento maggiori del previsto" e interruzioni della produzione legate alla pandemia nel sud-est asiatico. Mentre Apple aveva visto "miglioramenti significativi" entro la fine di ottobre in quelle strutture del sud-est asiatico, la carenza di chip è continuata e ora sta interessando "la maggior parte dei nostri prodotti", ha affermato Cook.

Amazon ha registrato ricavi per 110,81 miliardi di dollari e profitti per 6,12 dollari per azione nel terzo trimestre fiscale (terminato il 30 settembre 2021), inferiori rispetto alle stime degli analisti di 111,6 miliardi e 8,92 per azione, secondo dati Refinitiv. L'utile netto è sceso di circa il 50% a 3,16 miliardi di dollari. La società di e-commerce e cloud ha dichiarato di aspettarsi che l'utile operativo per il trimestre in corso sia compreso tra 0 e 3 miliardi di dollari, un livello molto inferiore rispetto ai 6,9 miliardi dell'anno precedente.

"Nel quarto trimestre, prevediamo di sostenere diversi miliardi di dollari di costi aggiuntivi nella nostra attività Consumer, poiché gestiamo la carenza di manodopera, l'aumento dei costi salariali, i problemi della catena di approvvigionamento globale e l'aumento dei costi di trasporto e spedizione, il tutto facendo tutto il necessario per ridurre al minimo l'impatto su clienti e partner di vendita durante le festività natalizie - ha affermato Andy Jassy, ??CEO di Amazon - Sarà costoso per noi a breve termine, ma è la giusta priorità per i nostri clienti e partner".

© RIPRODUZIONE RISERVATA