ABB aumenta obiettivi di vendite e profitti. Continua a puntare su M&A

ABB aumenta obiettivi di vendite e profitti. Continua a puntare su M&A
2 Minuti di Lettura
Martedì 7 Dicembre 2021, 14:45

(Teleborsa) - ABB, multinazionale elettrotecnica svizzero-svedese, ha svelato obiettivi di vendita e redditività più elevati in occasione del suo Capital Markets Day, in quanto ha dichiarato di aspettarsi di beneficiare della maggiore domanda delle economie in ripresa, nonché di trend come la decarbonizzazione e la contrazione della forza lavoro a favore dell'automazione. ABB ha alzato il suo obiettivo di crescita dei ricavi al 4-7% durante il ciclo economico, in valuta costante, che è il totale di una crescita organica del 3-5% e una crescita acquisita dell'1-2%. ABB ha anche affinato il suo obiettivo di margine EBITA operativo portandolo ad almeno il 15% a partire dal 2023. In precedenza, il gruppo aveva puntato al 3-5% per la crescita dei ricavi e a un margine EBITA operativo nella metà superiore di un intervallo del 13-16% a partire dal 2023.

"Negli ultimi 24 mesi, ABB ha compiuto solidi progressi nell'implementazione della propria organizzazione decentralizzata e nel miglioramento della qualità dei ricavi. Ma non siamo ancora dove vorremmo essere - ha affermato il CEO Bjorn Rosengren - La nostra leadership tecnologica nell'elettrificazione e nell'automazione, in linea con la sostenibilità e i megatrend globali, ci offre un vantaggio competitivo".

Il gruppo sottolinea che circa il 60% delle divisioni è attualmente in crescita, il che significa che può concentrarsi "sia sulla crescita organica, sia su opportunità di M&A in grado di colmare le lacune tecnologiche, concentrarsi su segmenti ad alta crescita e aprire nuovi mercati geografici". ABB prevede di effettuare cinque o più acquisizioni di piccole e medie dimensioni all'anno. Questo sarà finanziato attraverso la "continua forte generazione di flussi di cassa", ha affermato il CFO Timo Ihamuotila. Ha anche ribadito le priorità di allocazione del capitale di ABB di finanziare la crescita organica, pagare un dividendo crescente per azione, effettuare acquisizioni che creano valore e restituire liquidità aggiuntiva agli azionisti tramite programmi di riacquisto di azioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA