Anzio, 16enne minacciato con il coltello per il cellulare

Sabato 12 Settembre 2020 di Ivo Iannozzi
Anzio, 16enne minacciato con il coltello per il cellulare
È stato arrestato dalla polizia con l’accusa di rapina aggravata un diciassettenne che l’altra sera, intorno alle 23, insieme ad un amico, aveva rapinato un ragazzo di 16 anni. È accaduto nella zona del quartiere di Lavinio mare, sul litorale di Anzio. La giovane vittima aveva appena accompagnato a casa un amico, con il quale aveva trascorso la serata, e stava tornando a piedi verso la propria abitazione, quando è stato fermato dai due coetanei in una zona isolata. In un primo momento gli hanno chiesto una sigaretta, ma il ragazzo ha risposto che non l’aveva. A quel punto, uno dei due malviventi è passato alle vie di fatto e dopo aver estratto il coltello, ha minacciato il sedicenne, costringendolo a consegnare il telefonino. Compiuta la rapina, i malviventi sono fuggiti in direzione della litoranea. Ripresosi dallo shock, il sedicenne è tornato a casa del suo amico e insieme hanno dato l’allarme chiamando il 112. Sono immediatamente intervenuti gli agenti di due volanti del commissariato di polizia di Anzio che in pochi minuti, anche in base alla descrizione molto precisa dei due aggressori fornita dalla stessa vittima, sono riusciti a rintracciare i sospetti: un ragazzo di 17 anni e l’altro di 18. Si trovavano a poche centinaia di metri dal luogo in cui era stata messa a segno la rapina. Durante la perquisizione, gli agenti hanno recuperato sia il telefonino che era stato rubato che il coltello usato per minacciare la vittima. Erano entrambi in possesso del diciassettenne. Per quest’ultimo è quindi scattato l’arresto con l’accusa di rapina aggravata. Il ragazzo è stato trasferito al centro di prima accoglienza a Roma, dove è a disposizione dell’autorità giudiziaria.  © RIPRODUZIONE RISERVATA