Maltempo, nel Pescarese blackout dopo le nevicate

Maltempo, nel Pescarese blackout dopo le nevicate
di Patrizia Pennella
2 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Febbraio 2022, 08:53

Nella tarda serata di ieri erano ancora molte in provincia di Pescara e più in generale nell'area metropolitana, le utenze di energia elettrica rimaste disalimentate a causa del maltempo. L'Enel ha effettuato numerosi interventi, in aree spesso impervie dell'interno: in molti casi è stato necessario procedere alla rimozione di alberi che, cadendo sui cavi o sui tralicci, hanno provocato l'interruzione di energia elettrica.

In altri casi, soprattutto nelle zone interne, i problemi sono stati causati dalla neve. In alcuni centri la corrente nella serata di ieri non era ancora tornata: gravissimi i disagi sia per le famiglie che per le attività imprenditoriali, come ristoranti e bar, che in assenza di alimentatori autonomi hanno perso molti degli alimenti conservati in frigoriferi e congelatori. La corrente è mancata tra l'altro a Lettomanoppello, a Manoppello, in alcune zone di Spoltore, in qualche quartiere di Montesilvano, a Città Sant'Sngelo, Penne (dove nel pomeriggio l'alimentazione era già tornata), Civitaquana, Scafa, Caramanico, San Valentino in Abruzzo Citeriore e anche in alcune abitazioni di Pescara.

«La mancanza di corrente elettrica che negli ultimi giorni sta creando gravi difficoltà a diversi paesi della Val Pescara fa emergere una grave responsabilità dell'Enel che si limita a incassare i soldi degli utenti senza investire nella manutenzione e nel miglioramento degli impianti elettrici - afferma il consigliere provinciale Gianni Chiacchia -. È impensabile che a oggi alla prima neve migliaia di utenti si ritrovino senza un servizio fondamentale. L'Enel non deve solo incassare le bollette, ma ha l'obbligo di investire per la manutenzione delle reti».


Oltre sessanta, nella giornata di ieri, gli interventi dei vigili del fuoco sul territorio provinciale, operati anche con il supporto di squadre provenienti dal Lazio e dall'Emilia Romagna. Per raggiungere aree particolarmente impervie è stato necessario anche ricorrere all'elicottero. È accaduto per aiutare un allevatore di Lettomanoppello che non riusciva a raggiungere i suoi animali: con il mezzo aereo i vigili del fuoco hanno portato i rifornimenti utili ad alimentare gli animali. Infine a Penne il sindaco Gilberto Petrucci ha disposto per oggi la sospensione dell'attività scolastica negli istituti cittadini. Chiusi anche i parchi e i cimiteri per consentire di rimuovere gli alberi caduti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA