Rugby, grande evento all'Aquila: ad aprile un match Pro14

di Stefano Castellani
L'AQUILA - Torna il grande rugby all'Aquila. Il 14 aprile doppio appuntamento: alle 17 al Fattori si disputa il match del Guinness Pro14, tra le Zebre e i gallesi dei Dragons. Prologo alle 14.30 la gara di poule promozione di serie A L'Aquila Rugby Club-Genova. «Anche attraverso lo sport passa la nostra rinascita - hanno detto ieri il sindaco del capoluogo Pierluigi Biondi e l'assessore comunale Alessandro Piccinini -. Il rugby può essere una metafora della capacità della nostra comunità di reagire ai momenti difficili. Quando giochi al rugby sai che hai dietro il tuo compagno, pronto a raccogliere la palla. Ecco, questa città e questo territorio devono essere compatti come una squadra di rugby». Le Zebre, che disputano gli incontri casalighi a Parma contro i XV, irlandesi, gallesi, scozzesi e sudafricani, è la prima volta che sceglie una sede diversa dall'Emilia. «Ho voluto ripensare il ruolo della franchigia federale nel territorio italiano - ha dichiarato l'amministratore unico delle Zebre Andrea Dalledonne - ci è venuto in mente di pensare la nostra squadra come rappresentativa di tutta l'Italia, non solo del Nord Ovest. Abbiamo pensato quale potesse essere una sede importante: subito è venuta in mente L'Aquila, per la sua storia, la tradizione e per quello che è successo in città col terremoto. Spero che il capoluogo abruzzese possa ospitarci ogni anno». Il presidente dell'Aquila Rugby Club Fulvio Angelini ha aggiunto: «L'Aquila non è nuova ad ospitare eventi internazionali di questa natura. Nel settembre del 2009 World Rugby conferì all'Aquila Rugby il premio per lo spirito del rugby. Sono passati 9 anni e quello stesso spirito è sempre presente. Questo evento è un sostegno a un processo che è in corso che si basa su valori sociali, sportivi, e penso debba essere un'occasione di valorizzazione dell'intero patrimonio urbanistico, architettonico, storico, culturale della città». Alla presentazione c'era anche Giovambattista Venditti: «Grande emozione giocare all'Aquila davanti ai miei amici e parenti. Una match che giochiamo in un mese particolare per questa città». Poi Venditti ha scambiato la sua maglia con quella del capitano neroverde Carlo Cerasoli. L'organizzazione dell'evento è anche curato da un Comitato presieduto da Roberto Marotta, dall'Aquila Rugby e da Gente di Rugby.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 8 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP