ABRUZZO

Montagna, giovane romano precipita per 50 metri sul Gran Sasso: è in prognosi riservata

Martedì 27 Ottobre 2020
Montagna, giovane romano precipita per 50 metri sul Gran Sasso: è in prognosi riservata

Precipita per 50 metri sul Gran Sasso, le sue condizioni sono molto gravi. Il ferito è L.P. di 29 anni di Roma. Il giovane, che era in solitaria e ben equipaggiato, è stato ricoverato in prognosi riservata all’ospedale San Salvatore de L’Aquila al termine di una rovinosa caduta nel vuoto. Il ragazzo, ieri mattina era partito solo da Campo Imperatore per un’escursione sul Gran Sasso, ma a quanto pare mentre stava percorrendo il sentiero estivo che conduce al Monte Aquila, sulla Cresta Duca Abruzzo a quota 2.388 metri, è scivolato ed è precipitato per 50 metri.

Ad allertare il 118 sono stati alcuni escursionisti di nazionalità tedesca che hanno visto il giovane accasciato e immobile lungo il sentiero. In pochi minuti sul luogo dell’infortunio è arrivato il personale sanitario con i tecnici del Soccorso alpino e speleologico dell’Abruzzo i quali con il verricello sono riusciti ad arrivare nel punto esatto in cui era finito l’escursionista romano. Subito sono apparse molto gravi le condizioni di salute del giovane tanto che è stato necessario da parte dei soccorritori praticare tecniche rianimatorie e di ventilazione che sono andate avanti per un bel po’.

Una volta stabilizzato il giovane escursionista è stato trasferito con il verricello a bordo dell’elicottero del 118 dal tecnico sempre del soccorso alpino della stazione dell’Aquila e trasferito all’ospedale luogo nel quale i medici hanno diagnosticato una serie di traumi quello più grave alla testa. Gli stessi soccorritori hanno anche rinvenuto tracce di sangue su una cresta dalla quale il 29enne è poi precipitato.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA