Covid, in una settimana 60 per cento di nuovi casi in più in Abruzzo

Covid, in una settimana 60 per cento di nuovi casi in più in Abruzzo
2 Minuti di Lettura
Sabato 24 Luglio 2021, 07:55

Sono 335 i nuovi casi di Covid-19 accertati nell'ultima settimana in Abruzzo. È il dato più alto registrato dalla seconda metà di maggio, quando i numeri erano in calo. La variazione percentuale dei nuovi casi negli ultimi
sette giorni, rispetto alla settimana precedente, è pari al +60%. L'incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti è aumentata di dieci punti, passando da 16 a 26. Restano però ottimali i dati sui ricoveri: il tasso di ospedalizzazione è all'1% sia per le terapie intensive sia per l'area medica. Alla luce dei nuovi parametri disposti dal Governo, l'Abruzzo ha tutti i numeri da zona bianca. La variante Delta sta sostituendo
la Alfa e, secondo le stime, ha una prevalenza che supera il 60%.


Mentre la campagna vaccinale procede spedita, oggi c'è stato un boom di prenotazioni dopo l'annuncio del premier Mario Draghi relativo all'estensione del Green pass. Ieri ci sono state 800 prenotazioni in più rispetto al giorno precedente e rispetto alla media quotidiana dell'ultimo periodo, mentre stamani, alle 10.30, le richieste erano 1.611, dato di gran lunga superiore rispetto al totale che, negli ultimi giorni, si registrava nelle 
24 ore. L'auspicio della task force regionale è che le misure adottate dal Governo spingano gli abruzzesi che non lo hanno ancora fatto a prenotare la vaccinazione.


Circa 400mila, in Abruzzo, le persone che non hanno ancora ricevuto la prima dose (il dato comprende anche coloro che hanno prenotato e sono in attesa della somministrazione). Al momento ha ricevuto almeno una dose l'80,22% degli over 80, l'83,47% della fascia 70-79 anni, il 78,22% di quella 60-69 anni, il 69,18% della fascia 50-59 anni, il 61,91% di quella 40-49 anni, il 53,4% di quella 30-39 anni, il 59,41% della fascia 20-29 anni 
e il 33,57% di quella 12-19 anni. Si lavora, in particolare, per sensibilizzare gli over 50, fascia a rischio di ospedalizzazione in caso di Covid-19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA