Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cesare, ucciso dal Covid in Abruzzo a 22 anni: dalla musica all'allegria, ecco chi era

Cesare, ucciso dal Covid in Abruzzo a 22 anni: dalla musica all'allegria, ecco chi era
1 Minuto di Lettura
Martedì 12 Maggio 2020, 17:28 - Ultimo aggiornamento: 23:19
Solare, carismatico, sempre allegro nonostante le condizioni di salute precarie da quando era ragazzino. Cesare Conte, 22 anni di Roccamorice, attualmente residente a Chieti scalo, dove lavorava come operaio, è la vittima più giovane del Covid in Abruzzo. Cesare ha contratto il virus probabilmente durante una delle sue visite all'ospedale, dove si sottoponeva a varie terapie.

Cesare aveva problemi di cuore, a cui si era aggiunta un'altra grave patologia. Così il coronavirus ha sconfitto il suo corpo ad appena pochi giorni dal contagio. In paese lo ricordano per il suo impegno nella musica, per la serietà e l'intento di rendersi indipendente appena finite le scuole superiori. Una promessa mantenuta fino a quando il Covid lo ha portato via.
© RIPRODUZIONE RISERVATA