Assalto alle Poste con ordigno esplosivo: bottino da 50mila euro, un arresto

Mercoledì 30 Settembre 2020 di Tito Di Persio
Assalto alle poste con ordigno esplosivo: bottino da 50mila euro. Arrestato un malvivente.
PINETO - Un enorme boato, intorno all’una di questa notte, ha spaventato i cittadini della frazione di Scerne di Pineto in provincia di Teramo.

Un ordigno è stato fatto esplodere allo sportello delle Poste ed ha distrutto il Postamat, le vetrine dell’ufficio e il portone d’ingresso del palazzo in cui è ubicato.
 
Allarmati dai cittadini, gli agenti di polizia si sono recati subito sul posto.
 
Secondo le prime notizie, i malviventi avrebbero tentato la fuga in auto subito dopo aver posizionato l’esplosivo e non prima di aver prelevato dall’ufficio postale un bottino da 50 mila euro.

Uno di loro però (si presume fossero in tre), un 30enne pugliese, è stato fermato ed arrestato dagli agenti del commissariato di Atri diretti dal vice questore aggiunto Ester Fratello.

La polizia in queste ore sta sentendo alcuni testimoni e requisendo i filmati delle videocamere dell’istituto di credito e di alcune attività della zona © RIPRODUZIONE RISERVATA