Lascia la moglie a 90 anni per fuggire con l'amante più giovane: lei pensa sia uno scherzo

Lunedì 17 Agosto 2015 di Valeria Arnaldi
«Se mi ami, divorzia da tua moglie». È stato il classico aut-aut della nuova compagna, 55 anni, a spingere un uomo di 90 anni ad avviare le pratiche per divorziare dalla moglie, 84 anni. È il Centro Italia, in particolare l'Umbria, il teatro del record d'età per le richieste di divorzio con la nuova legge che accorcia i tempi della separazione. L'uomo, un benestante medico in pensione, aveva lasciato la moglie già dodici anni fa, ma lo aveva fatto "alla buona", semplicemente chiudendosi la porta alle spalle, senza dare troppe spiegazioni e soprattutto senza ufficializzare la rottura. Ora, però, sostenuto e sollecitato dalla nuova compagna, decisa a indossare il velo, si è presentato dall'avvocato per chiedere di mettere in ordine la situazione per tornare ad essere libero. Per l'altra.

L'ex-moglie ha reagito ridendo alla prima telefonata dello studio legale, pensando si trattasse di uno scherzo. Sono state necessarie più chiamate per farle capire che realmente l'ex-marito voleva il divorzio, perché si era innamorato di una donna più giovane. Alla fine, più sorpresa che addolorata, ha firmato le carte, dando il consenso al divorzio.



LO SCANDALO

Scandalizzato il Paese, dove la storia ha fatto il giro di tutte le case. E ancora più sorpresi i due figli della coppia, ormai decisamente grandi ma forse mai abbastanza per capire la scelta del padre "perbenista", che non aveva mai pensato al divorzio prima di perdere la testa per questo nuovo amore. A parziale consolazione, la casistica. Se è vero è che il novantenne umbro è il più maturo tra i richiedenti, di certo non è l'unico e quantomeno lo fa per amore. La legge del divorzio breve ha portato sulle scrivanie degli avvocati anche divorzi da "estremo dispetto", di uomini che chiudono il loro matrimonio perché «non vogliono la moglie al fianco per l'eternità». Ultimo aggiornamento: 18 Agosto, 15:40