La pornostar cacciata dal partito neonazista: «Ha fatto sesso con un attore nero»

Domenica 30 Marzo 2014
3

Chi di estremismo ferisce, di estremismo perisce. La pornostar Kitty Blair, portavoce del partito tedesco Npd in odore di nazismo, Ť stata cacciata dall'organizzazione per quello che viene considerato una colpa grave: aver fatto sesso con un uomo di colore. E' successo a Ina Groll, in arte Kitty Blair. Per la quale subito dopo √® arrivata un'altra espulsione: quella dall'industria pornografica tedesca, che al contrario non razzisti e neonazi.

La vicenda è di qualche giorno fa e piano piano è montata sui siti e sui social network, divisi tra insulti e solidarietà. La bionda e tatuatissima Ina, 28 anni, ha partecipato a numerose campagne in favore del suo partito, con i leader che pensavano di sfruttare la sua immagine per recuperare elettorato maschile. E la ragazza non si è tirata indietro, partecipando a diverse iniziative del gruppo neonazista e facendosi fotografare con molti di loro.

Sul suo profilo Facebook, inneggia alla cacciata degli stranieri dalla Germania con frasi del tipo: ¬ęVogliamo preservare la Germania come terra di tedeschi, mantenere la nostra identit√† e la lotta contro l'immigrazione di massa. Fuori gli stranieri criminali e i parassiti sociali¬Ľ. Tutto bene, racconta il Daily Mail, finch√© uno dei leader dell'Npd non √® capitato davanti al suo ultimo film, ¬ęKitty discovers Sperm¬Ľ, dove Ina fa sesso con un attore afroamericano. La scena non √® piaciuta e la ragazza √® stata immediatamente espulsa dal partito.

¬ęChi vende il proprio corpo per denaro e disonora la sua razza non ha posto nel nostro gruppo¬Ľ, √® uno dei commenti apparso su Facebook. Per Ina √® finita l'avventura politica, ma anche la carriera porno.

Quando la storia √® diventata di dominio pubblico, infatti, Kitty Blair √® stata bandita anche dall'industria tedesca del cinema hard. ¬ęAccogliamo attori di tutti i colori di pelle e di tutte le nazionalit√†, ma non accettiamo i nazisti. Se avessimo saputo delle sue attivit√† politiche, l'avremmo mandata via molto prima¬Ľ, ha detto il portavoce dei produttori porno e capo della societ√† berlinese 'GGG', John Thompson, citato dal giornale britannico.

E un altro noto personaggio dell'ambiente, Axel Schaffrath, ex fidanzato di un'altra pornostar tedesca Gina Wild, ha annunciato: ¬ęHo personalmente consigliato ai produttori di tenerla il pi√Ļ lontana possibile. Nessuno ha bisogno di una persona con una tale perversa visione del mondo. Sicuramente non potr√† pi√Ļ girare nessun porno¬Ľ.

Ultimo aggiornamento: 1 Aprile, 00:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA