PENSIONI

Civita Castellana, code e disagi all'ufficio postale

Mercoledì 16 Dicembre 2020 di Ugo Baldi
Civita Castellana, code e disagi all'ufficio postale

Coda e lunghe attese ieri davanti all’ufficio postale di Civita Castellana. 

Forse perché gli ingressi sono contingentati a causa dell'epidemia Covid, forse perché ci sono scadenze in corso e la corsa attivare lo Spid: l'attesa all'esterno dell’ufficio di via Tazzoli è diventa insopportabile, soprattutto da parte degli utenti più anziani.

Insomma andare a pagare una bolletta, o fare una operazione allo sportello in questi giorni non è certo una passeggiata. Almeno una trentina di persone ha atteso il turno a lungo prima di imboccare la porta dell’Ufficio.

«In merito alle attese all’esterno dell’ufficio postale di Civita Castellana - ha detto Poste Italiane - ricordiamo che nel comune sono presenti due uffici, uno aperto dal lunedì al venerdì fino alle 13.35 e il sabato fino alle 12.35, e l’altro con orario continuato fino alle ore 19.05 con 5 sportelli operativi e tre sale consulenza, oltre all’operatore di sala che gestisce l’affluenza della clientela per il rispetto del distanziamento. A disposizione dei cittadini anche i limitrofi uffici di Fabrica di Roma, Nepi, Castel Sant’Elia e Corchiano».

«Poste ricorda che ciascuno è comunque invitato ad entrare negli uffici esclusivamente per operazioni essenziali e indifferibili, avendo cura di indossare dispositivi di protezione personale. A disposizione dei clienti anche gli sportelli Postamat che garantiscono l’effettuazione di operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, ricariche telefoniche e di carte Postepay, accanto al pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA