Twitter blocca l'account del suo fondatore (per sbaglio)

PixaBay
di Alessio Barbati
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2016, 14:57 - Ultimo aggiornamento: 14:58
Il profilo Twitter di Jack Dorsey, presidente e fondatore della società, è risultato irraggiungibile per circa 15 minuti. Chi avesse tentato di contattarlo martedì sera, si sarebbe trovato davanti un messaggio d'errore che spiegava come il profilo in questione fosse stato bloccato in maniera automatica. Lo stesso Dorsey ha liquidato la vicenda parlando di un “errore interno” senza fornire ulteriori spiegazioni. Ma perché tutto questo rumore per un “blackout” di appena un quarto d'ora?

 


La risposta è arrivata direttamente dagli utenti che hanno chiesto spiegazioni, in maniera piuttosto accesa, su quanti account regolari fossero stati congelati accidentalmente nel corso degli anni. La versione ufficiale non è ancora arrivata e l'unica comunicazione del chairman è stata: “Sto sistemando il mio profilo... di nuovo (la sospensione dell'account è stata a causa di un errore interno)”. Il “Di nuovo” del messaggio si riferiva al primo Tweet inviato sul social network risalente al 2006 in cui Dorsey scriveva “Sto sistemando il mio Twitter”. Poco dopo il profilo è stato riattivato ma il patron di Twitter era rimasto con 145 follower. Un nuovo aggiornamento ha fatto sì che i seguaci tornassero a 3.8 milioni, 100.000 utenti in meno di quelli di partenza.  
© RIPRODUZIONE RISERVATA