Coppa Italia, ottavi da vertice per
Real, Montespaccato e Unipomezia

Martedì 5 Novembre 2019 di Federico Feliciello
Si torna in campo per gli ottavi di Coppa Italia di Eccellenza. Domani, mercoledì, alle ore 14.30 si disputeranno le sfide di andata e a farle da protagonista ci saranno ben 12 squadre del girone A su 16. Le quattro rappresentanti del girone B, Arce, Itri, Morolo e Pontinia sono tutte in cerca di riscatto dopo un avvio di stagione sotto tono e non navigano in posizioni tranquilla di classifica. Pertanto sia per loro ma anche per altre compagini in competizione, la Coppa può essere rappresentare un’opportunità di svolta, un trampolino di lancio o anche una concreta alternativa al campionato.

Può essere un’occasione di conferma per Real Monterotondo Scalo e Montespaccato Savoia, prima e seconda forza del girone A, intenzionate a proseguire il proprio momento positivo, che saranno impegnate tra le mura amiche rispettivamente contro Aranova e Villalba, altre due squadre dello stesso raggruppamento, coinvolte però nella lotta per la salvezza. In questa stagione già c’è stato un precedente tra Real Monterotondo ed Aranova, avversarie nella sfida del “Le Muracciole” conclusasi sul 2-2 alla 6°giornata di campionato. Cerca conferme anche l’Unipomezia contro l’Ottavia che è stata temporaneamente presa in consegna da Emanuele Mancini al posto del dimissionario Miccio. Il 3-0 in campionato del 13 ottobre fa presagire che la squadra di Grossi cercherà di far valere il fattore campo nella sfida di andata per mettere già in cassaforte il discorso qualificazione.

Dopo il 2-1 in campionato del “Salaria Sport Village” di due settimane fa, il Civitavecchia affronterà nuovamente la Boreale (andata in casa e ritorno fuori) in una sfida che da pronostico vede favorita la compagine di Ugo Fronti, che potrebbe considerare la Coppa come una valida alternativa per cullare i sogni di una promozione in serie D. La Boreale è, chiamata al riscatto, per scrollarsi di dosso le 4 sconfitte consecutive. La Tivoli sotto la guida del tecnico Paris ha iniziato la propria rincorsa alla classifica in campionato ed è intenzionata a continuare il proprio cammino in Coppa contro un’Arce che è partita a corrente alternata e ha collezionato solo 9 punti in altrettante gare. I tiburtini non saranno comunque chiamati a una gara facile al “Lino De Santis” contro la compagine di Adinolfi.

Chiudono il quadro dell’andata tre sfide tra squadre deluse e in difficoltà in questo inizio di stagione. Il Cynthia, ultimo nel girone A con solo 2 punti, vuole sfruttare la Coppa come un’ancora di salvezza e dopo aver eliminato l’Audace, se la dovrà vedere in casa contro un Morolo, che non sta facendo bene ma si presenterà all’ “Abbatini” più fresco dopo aver riposato domenica a causa del match non disputato contro il Casal Barriera. Falaschelavinio-Pontinia è il derby del rilancio dopo che nei sedicesimi hanno buttato fuori rispettivamente due compagini di tutto rispetto come Atletico Lodigiani e Vis Sezze. Itri-Nettuno è una sfida per dare continuità alla Coppa che potrebbe diventare un obiettivo concreto per una delle due.  


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma