Parigi nel nome di Offenbach: il festival dell'operetta fa “ballare” i generi

Festival dell’Operetta, a Parigi, organizzato in occasione del bicentenario della nascita di Offenbach, dalla Fondazione veneziana Palazzetto Bru Zane, che da dieci anni si dedica alla riscoperta e alla divulgazione della musica romantica francese: opere, concerti e conferenze fino al 30 giugno, tra Offenbach e i suoi contemporanei francesi Hervé, Lecocq, Barbier, Martini, Hahn, de Grandval, Berlioz e Saint-Saëns. Dal Théâtre des Champs Elysées, al Bouffes du Nord, dalla Chapelle royale de Versailles all’Opéra Comique, Mam’zelle Nitouche, Maître Péronilla, Madame Favart, armate di versi malandrini, un po’ bel canto e un po’ male lingue, sfidano le varie Tosche e Donna Elvira che piangono sui palcoscenici di Opéra Bastille e Palais Garnier. 


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il mese più caldo in aeroporto: 140 mila viaggiatori ogni 24 ore

di Mauro Evangelisti