La Boheme di Emma Dante a ottobre e l'Otello di Martone a novembre: doppia inaugurazione al San Carlo

Jonas Kaufmann protagonista dell'inaugurazione del Teatro San Carlo
di simona antonucci
3 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Giugno 2021, 16:49

Sarà una doppia inaugurazione quella del Teatro di San Carlo: il 12 ottobre, con il nuovo allestimento de La Boheme di Puccini per la regia di Emma Dante, direttore Juraj Valčuha, e il 21 novembre, per l'apertura della Stagione lirica 2021/22, con l'Otello di Verdi diretto da Michele Mariotti, regia di Mario Martone, star Jonas Kaufmann.

Il balletto, poi, aprirà a dicembre con “Lago dei cigni” e non con il tradizionale “Schiaccianoci” mentre per le coreografie contemporanee si utilizzerà anche il palco del Politeama

Tra i titoli anche “The Seven Deaths of Maria Callas” di Marina Abramovic,  con cast di grandi stelle internazionali come Sondra Radvanovsky, protagonoista di un progetto dedicato alle tre regine di Donizetti: Bolena, Stuarda e Devereux. Mentre Lisette Oropesa debutterà ne “I puritani” e la sudafricana Pretty Yende  sarà Violetta. 

Piena capienza

«​È stato tempo di incertezza, di ansia, ma anche di riflessione, di azione comune, e l’impegno costante di salvaguardare i diritti dei lavoratori e nel contempo creare una nuova squadra che potesse guardare al futuro con rinnovata fiducia. Abbiamo immaginato un gran programma che prevede la piena capienza del nostro teatro, anche perché senza quella sarebbe difficile recuperare 6-7 milioni di perdite su un budget di 30 milioni circa. A quel punto meglio tornare agli spettacoli in versione semi-scenica...», spiega il sovrintendente Stéphane Lissner presentando la prossima stagione del lirico napoletano. 

Dopo le doppie inaugurazioni, in programma dal 15 gennaio Lucia di Lammermoor di Donizetti, firmata da Gianni Amelio. Il 30 gennaio, torna dopo 20 anni La Sonnambula di Bellini, in forma di concerto diretta da Lorenzo Passerini. Dal 15 febbraio Aida di Verdi regia di Franco Dragone, diretta da Michelangelo Mazza. Nel cast Anna Netrebko e Anna Pirozzi , Eyvazov e Stefano La Colla. Anche il soprano Sondra Radvanovsky ritorna al San Carlo a febbraio per Le tre regine, dal 23 marzo Dan Ettinger dirigerà Così fan tutte di Mozart, regia di Chiara Muti. Il maestro Riccardo Muti non ci sarà: «Mi dispiace, ma è stato tutto molto duro», aggiunge Lissner che annuncia «il direttore artistico Juraj Valcuha resterà con noi, come previsto, fino al 31 dicembre del 2022».

Daniel Barenboim

Tra le novità, dal 22 aprile/5 maggio 2022 il nuovo Festival Pianistico, dove ci sarà anche Daniel Barenboim. Si terranno intanto entro luglio le audizioni finali dell'Accademia per Cantanti Lirici diretta da Mariella Devia: in più di 200 da ogni parte del mondo hanno risposto al bando. «Crediamo fortemente che le fondazioni lirico-sinfoniche abbiano la necessità di una politica culturale che torni ad investire sulle persone e a sostenere i processi di formazione e le politiche di inserimento nel mondo del lavoro, per tutte le figure artistiche e tecniche» ha spiegato Lissner,  insieme con il direttore generale Emanuela Spedaliere. 

Ilias Tzempetonidis

E aggiunge: «Con la direttrice generale Emmanuela Spedaliere abbiamo condiviso le scelte future che hanno portato al San Carlo il direttore del coro José Luis Basso, la direttrice del ballo Clotilde Vayer, il direttore dell’area artistica Ilias Tzempetonidis e siamo certi che daranno il loro migliore contributo per costruire assieme, non una stagione, bensì un percorso artistico e culturale di rilancio del nostro Massimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA