ROMA

Villa Medici scopre la storia dell'arte

Venerdì 2 Novembre 2018

Animata inaugurazione di “Le Violon d’Ingres”, mostra che nasce con l’intento di dare spazio alla potenza storica di Villa Medici, di far incontrare la storia dell’arte con il contemporaneo. Di esaltare gli aspetti più intimi, le passioni, perfino le ossessioni di personalità che hanno segnato la nostra visione del mondo. Le sale nonostante la giornata di festa e la pioggia incalzante sono strapiene. I fan della cultura non si sono spaventati.
 

 

Cinquecento e più gli invitati nelle sale. L’esposizione è stata ideata da Muriel Mayette-Holtz, ex Direttrice dell’Accademia di Francia. La curatrice è Chiara Parisi, che ha dialogato con l’artista Cristian Boltanski per mettere in evidenza come l’arte si può esprimere in maniera trasversale. Eccola con Stephane Gaillard Segretario Generale di Villa Medici, Cristiano Leone Responsabile della Programmazione e Comunicazione. E siccome ogni autore si racconta anche attraverso discipline diverse dalle proprie ci sono opere di pittori che scrivono, poeti e registi che si dilettano di grafica e filmati. A dimostrare la tesi, sono soprattutto la figura di Victor Hugo e i suoi disegni: per l’occasione è arrivata Marie Hugo, discendente del grande scrittore e drammaturgo e lei stessa artista molto nota.
Paola Pisa

Ultimo aggiornamento: 14:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in fila per la macchina mangia-plastica (che però è rotta)

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma