Nuovi album in consolle: un sabato di anteprime

Giovedì 12 Aprile 2018 di Marco Pasqua
I dj possono scegliere i loro nomi d’arte per svariate ragioni: nel caso Zachary Saginaw, però, queste sono assai profonde. L’americano, infatti, ha scelto il nick Shigeto perché era il nome del nonno: un tributo al ramo famigliare giapponese. Non solo: Shigeto vuol anche dire “diventare più grande”: un riferimento alla sua nascita prematura. Oggi questo nome è ormai sinonimo di musica elettronica e, nello specifico, di quel mondo che la fonde con quella hip hop e jazz. E per la musica, Shigeto per poco non veniva cacciato dalle scuole superiori, visto il tempo passato a coltivare la sua passione: approfondita prima a New York e poi a Londra. Da Detroit, l’artista torna a Roma, nell’ormai collaudato spazio di Largo Venue, per presentare il suo album “The new Monday”.

Ospiti di Outdoor Festival – che animerà il mattatoio Testaccio dal 14 aprile fino al 2 maggio – sono i Booka Shade, duo tedesco di dj e produttori di musica elettronica e deep house. Loro si chiamano Walter Merziger ed Arno Kammermeier e ormai, dalle parti di Francoforte, sono considerati dei veterani: da più di venti anni animano i dancefloor e non ne vogliono sapere di scendere dalla consolle. Hanno all’attivo 7 album (dal 2004 al 2018) e la loro musica ha fatto il giro del mondo, con una serie di fortunati tour. Al pubblico romano presenteranno il loro ultimo lavoro: “Cut the strings”, undici tracce tutte da divorare (con due featuring: quello di Giorgia Angiuli e di Troels Abrahamsen).

marco.pasqua@ilmessaggero.it Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 13:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA