Birra Peroni, party nello stabilimento di Roma per il lancio della nuova Nastro Azzurro

Martedì 29 Maggio 2018 di Andrea Nebuloso

 
Birra Peroni ha aperto, per la prima volta dopo nove anni, il proprio stabilimento di via Collatina a oltre 600 invitati per festeggiare il lancio della Nastro Azzuro Prime Brew. La “bionda” di nuova generazione, non filtrata, ma prodotta al grado primitivo di fermentazione, è stata creata dall’intuizione di Alberto Marzaioli, giovane Mastro Birraio di talento.
 

 

Lo stesso Marzaioli è il protagonista dello spot di lancio, presentato nel corso della serata, girato dal giovane regista Mattia Molinari, che sarà on-air per tutta la stagione estiva.
“Ogni anno – ha spiegato il direttore dello stabilimento Luigi Serino –  produciamo 2 milioni e cinquecentomila ettolitri di birra, anche se l’Italia, con circa 32 litri pro-capite, è al penultimo posto della classifica dei consumatori fra i paesi europei”.

Dati che non hanno certo sfiduciato gli ospiti della serata. Presi d’assalto, infatti, i fusti di birra presenti In ogni angolo dello spazio all’aperto allestito per l’occasione. I presenti hanno evitato di lasciare vuoto il bicchiere per la degustazione offerto all’entrata.

Tanti i personaggi del mondo dello spettacolo che hanno voluto degustare la nuova Nastro Azzurro Prime. Fra questi l’attore Valerio Aprea, già protagonista di “Boris” e di “Smetto quando voglio”, Carlo Luca de Ruggieri, visto recentemente al cinema in “Metti la nonna in freezer”, Valentino Campitelli e Alessandro Bernardini, protagonisti di “Suburra” e Luca Biglione, regista del film, da pochi giorni nelle sale, “Stato di Ebbrezza”.
Oltre a un ricco buffet e all’assaggio no-stop del nuovo prodotto, birra Peroni ha offerto ai numerosi ospiti anche un grande concerto. Sul palco sono saliti Lo Stato Sociale e i Joe Victor, che preceduti dal rapper romano, Marco Galeffi, hanno movimentato ancora di più la serata invitando il pubblico a cantare insieme i loro più grandi successi. 

Ultimo aggiornamento: 19:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani