Roma, nel salone del Coni la giornata del fair-play con tanti campioni e Giovanni Malagò

Giovedì 1 Novembre 2018 di Andrea Nebuloso
Giovanni Malagò, presidente del Coni

Tutto esaurito nel Salone d’Onore del Coni a Roma per il “Fair Play Day” la giornata organizzata dal Comitato Nazionale Italiano Fair Play per sensibilizzare il mondo dello sport e non solo a tutte quelle “buone pratiche” che negli ultimi anni si sono un po’ perse o quantomeno dimenticate. L’evento è stata anche l’occasione per presentare quello che potrebbe diventare il nuovo “inno alla correttezza”, ossia la combinazione coreutico–musicale “Put the ball and…run” ideata dal Maestro Fabio Frizzi e dal coreografo Stefano Bontempi in arte Steven B. L’iniziativa, dalla forte connotazione etica, è un omaggio in chiave “swing” allo sport, ai suoi valori e ai campioni che ne hanno fatto la storia, e vuole essere un monito per i più giovani e non solo sul rispetto delle regole e dell’importanza di uno stile di vita corretto.
 

 

Proprio il mondo dello sport ha partecipato con tanti illustri rappresentanti alla giornata a partire dal padrone di casa, presidente del Coni, Giovanni Malagò che ha ringraziato il vulcanico presidente del comitato Fair play, Ruggero Alcanterini per la lodevole iniziativa. Accanto a lui sul palco diversi campioni che hanno segnato la storia dello sport italiano: Nino Benvenuti, Nicola Pietrangeli, Michele Maffei, il rugbista Mauro Bergamasco, il pugile Emiliano Marsili e il tiratore a volo, Francesco D’Aniello. Tutti hanno voluto sottolineare l’importanza, soprattutto per i giovani, di riscoprire quelle regole non scritte dell’agonismo che facevano si che la vittoria non fosse raggiunta a tutti i costi, ma attraverso il sudore, il sacrifico e soprattutto il rispetto dell’avversario. Principi che dovrebbero essere regole di vita e non solo regole di sport. Proprio partendo dal concetto che il fair play non deve essere solo una pratica sportiva, ma va estesa a tutti i campi della vita quotidiana il Comitato nazionale ha quindi illustrato il progetto “Fair Play 4U” - ideato da Manuela Trombetta - format appositamente studiato per attivare sinergie con associazioni, istituzioni e aziende e coinvolgendo persone di tutte le età. Partner di eccellenza dell’iniziativa la fattoria didattica Tellus della famiglia Cotarella dichiarata prima Fair Play Company italiana.

Oltre alla preziosa collaborazione di importanti associazioni culturali come l’Occhio dell’Arte di Lisa Bernardini, anche il mondo del cinema e della musica hanno voluto testimoniare la loro vicinanza ai valori di correttezza e rispetto del prossimo. In prima fila la splendida Antonella Salvucci, la sempre affascinante Eleonora Vallone, il cantautore Amedeo Minghi che ha garantito tutto il suo impegno per sensibilizzare i colleghi e diffondere il fair play anche nel mondo della musica, trovando anche l’approvazione di Edoardo Vianello e Adriana Russo. Ospite d’eccezione della giornata Cristiana Pedersoli, figlia del compianto Bud Spencer che proprio ieri avrebbe festeggiato il suo ottantanovesimo compleanno.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Whatsapp parla chiaro: studenti on line in classe

di Raffaella Troili