Morto per il Covid Sonny Chiba: il forgiatore di spade di "Kill Bill" aveva 82 anni

Morto per il Covid Sonny Chiba: il forgiatore di spade di "Kill Bill" aveva 82 anni
2 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Agosto 2021, 16:56

Scompare a 82 anni per le complicazioni legate al coronavirus Sonny Chiba, uno degli attori preferiti di Quentin Tarantino, che lo volle per “Kill Bill”, in cui recita la parte di un maestro creatore di spade giapponesi. «Il più grande attore che abbia mai lavorato nei film di arti marziali», lo definiva il regista. Sonnu Chiba era stato ricoverato lo scorso 8 agosto per una polmonite, che si era aggravata a causa del Covid. Purtroppo la terapia intensiva non è riuscita a salvarlo. 

L’artista giapponese era un vero campione di arti marziali, che iniziò a lavorare all’epoca in cui Bruce Lee calcava le scene. I film nipponici in cui è comparso sono innumerevoli, ma in Occidente è conosciuto soprattutto per Kill Bill, per la serie tv "Shadow Warriors" e per la sua interpretazione in "Fast and Furious": Tokyo Drift. Prima di morire aveva terminato le riprese di un ultimo film di mafia “Bond of Justice: Kizuna”, attualmente in fase di post-produzione. 

Una leggenda delle arti marziali

Sonny lascia tre figli che sono tutti attori attivi in Giappone: Juri Manase, Gordon Maeda e Mackenyu Arata. L’attore, nato nel 1939, si diede alla recitazione dopo avere subito un infortunio che rovinò le sue speranze di avere fortuna come atleta olimpico. 

In "Kill Bill" Sonny aveva il ruolo di Hattori Hanzō, mitico forgiatore di spade giapponesi, a cui si rivolge la Sposa (Uma Thurman) per avere l’arma con cui potrà vendicarsi di Bill. Hanzo infrange il giuramento che aveva fatto 28 anni prima e forgia una spada dal nome “una cosa che uccide”. Hanzō definisce la sua creazione la migliore delle sue armi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA