L'attore Julian Sands dato per disperso: ha lavorato con Ivory, Argento, Cronenberg

Julian Sands
di Leonardo Jattarelli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Gennaio 2023, 17:24

Da venerdì scorso l’attore britannico Julian Sands risulta disperso nelle montagne del sud della California, colpite da gelo e maltempo, e viene ora ricercato da elicotteri e droni. A renderlo noto è stato l’ufficio dello sceriffo della contea di San Bernardino, citata da vari media fra cui Bbc e Guardian, che ha  rivelato solo ieri l'«identità di una persona data per dispersa da giorni».

L’attore 65enne, protagonista di film come “Camera con vista” di James Ivory, “Il pasto nudo” di David Cronenberg, “Gothic” di Ken Russel, “Boxing Helena” di David Lynch e “Aracnofobia” vive da anni a North Hollywood, nell’area di Los Angeles. Era andato a fare un’escursione sul Mount Baldy, nella catena delle Gabriel Mountains, frequentata tanto da escursionisti quanto da sciatori. Proprio lì, in questi giorni, viene segnalato un forte rischio di valanghe nella zona. La scomparsa di Sands, appassionato alpinista e trekker, è stata denunciata da familiari alle 19 di venerdì scorso, quando non ha fatto ritorno.

La carriera

Sands ha iniziato la propria carriera cinematografica nel 1984 comparendo in ruoli di secondo piano, ottenendo poi la sua prima parte da protagonista in “Camera con vista” di James Ivory l’anno successivo. Nel 1985, dopo il grande successo di “Gothic” di Ken Russell, decise di trasferirsi a Hollywood per continuare la carriera nel cinema statunitense. Ha preso quindi parte a numerose pellicole, sia ad alto che a basso budget, come “Warlock”(1989), “Il sole anche di notte” dei Taviani (1990), “Aracnofobia” (1990), “Il pasto nudo” (1991) di Cronenberg, “Boxing Helena” di Jennifer Linch(1993) e “Via da Las Vegas” di Mike Figgis(1995).

Ha interpretato il ruolo del Fantasma nella versione del 1998 de “Il fantasma dell’Opera” per la regia di Dario Argento e vestito i panni di Laurence Olivier in uno sceneggiato prodotto dalla BBC.
 Nell’agosto 2011 ha portato in scena all’Edinburgh Fringe “A Celebration of Harold Pinter”, per la regia di John Malkovich. La performance è stata ben accolta da pubblico e critica e uno dei teatri dove erano previste le repliche, l’Irish Repertory Theatre, ha prolungato la messa in scena per tre ulteriori settimane. Nel 2013 è stato candidato al Drama Desk Award nella categoria dei performer solisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA