Addio al disegnatore Jean-Étienne Siry,
suoi i più celebri manifesti del cinema

Mercoledì 11 Dicembre 2019
Il disegnatore Jean-Étienne Siry
Il disegnatore e illustratore francese Jean-Étienne Siry, autore di mitiche locandine cinematografiche che hanno contribuito esse stesse a caratterizzare il successo di tanti film degli anni ‘60, è morto a Parigi. Aveva 79 anni. Divenne famoso per aver creato il manifesto di In famiglia si spara (1963) di Georges Lautner. Il suo tratto brillante e quasi fumettistico gli aprì in breve tempo la collaborazione con tanti altri registi: ha firmato così le locandine per I mostri (1963) di Dino Risi, Il tulipano nero (1964), Ciao Pussycat (1965), «Help! Aiuto!»(1965) di Richard Lester con i Beatles, «Bunny Lake è scomparsa» (1965) di Otto Preminger, «La caccia» (1966) di Arthur Penn. Lui stesso direttore di sei film, di scarso successo, Siry ha disegnato i poster cinematografici anche per «Lola» (1981) di Rainer Werner Fassbinder, «Fuga per la vittoria» (1981), «Apri bene le orecchie» (1979), «La svignata» (1978), «Né onore né gloria» (1966). © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma