Scuola, a Milano si riparte con TeatroAttivaCultura

Scuola, a Milano si riparte con TeatroAttivaCultura
3 Minuti di Lettura
Martedì 14 Settembre 2021, 10:55 - Ultimo aggiornamento: 10:56

La scuola riapre i suoi cancelli in Italia. A Milano, l’Istituto Comprensivo Rinnovata Pizzigoni dà il suo bentornato con arte e annuncia la fase conclusiva del progetto TAC – TeatroAttivaCultura con nuovi spettacoli e incontri volti a promuovere la scuola come luogo di sperimentazione e accoglienza, aperto alla cittadinanza. Vincitore nel 2019 del bando promosso dal MiBACT “Scuola attiva la cultura” nell’ambito del Piano “Cultura Futuro Urbano”, il progetto TAC è stato ideato dagli insegnanti dell’Istituto Comprensivo Rinnovata Pizzigoni di Milano con l’obiettivo di trasformare la scuola in un centro di educazione e cultura diffusa, a disposizione della comunità, con una serie di incontri, laboratori, mostre e spettacoli volti a promuovere l’inclusione sociale.

Il progetto TAC vede come partner co-finanziatori l’Associazione Europe for All e il Teatro del Buratto di Milano. Tra i sostenitori troviamo le associazioni AGITA, ATIR e Opera Pizzigoni, la cooperativa Comunità Progetto nonché il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e le istituzioni locali grazie al sostegno del Municipio 8 di Milano. TAC vede la scuola come spazio aperto a tutti, è la scuola oltre la scuola: polo culturale, motore di rinnovamento, luogo di apprendimento condiviso in cui associazioni multiculturali, cittadini, educatori, docenti e alunni lavorano insieme per consolidare la coesione sociale, favorire l'integrazione, educare al senso di comunità. Nonostante l’intermittenza imposta dall’avvento della pandemia, nell’ultimo anno e mezzo l’istituto milanese ha rappresentato un riferimento per il quartiere e la città intera per le numerose iniziative di arte e intrattenimento gratuite realizzate.

La scuola Rinnovata Pizzigoni, da tempo è fautrice del superamento della percezione del teatro come attività extracurricolare e del suo riconoscimento come strumento didattico, annuncia il programma che partirà alla fine di settembre, con un appuntamento settimanale per tre giovedì di seguito: il 30 settembre andrà in scena lo spettacolo vincitore del Premio Teatro Nudo No’mah di Teresa Pomodoro “ArleChino: traduttore e traditore di due padroni” di Cristina Pezzoli e Shi Yang Shi. Il 7 ottobre, docenti, istituzioni, associazioni di categoria, attori e registi si riuniranno per una giornata di convegno organizzato in collaborazione con l’associazione AGITA e ospitato dal Teatro Bruno Munari, una delle sedi del Centro di produzione teatrale Teatro del Buratto. L’evento sarà un’importante opportunità d’incontro e di riflessione per discutere di teatro a scuola e della necessità di fare rete per integrare l’arte teatrale nella didattica, presentando proposte per questo comune obiettivo. Infine, la sede dell’Istituto comprensivo Pizzigoni tornerà ad essere palcoscenico in occasione del concerto strumentale in programma il 14 ottobre. “

© RIPRODUZIONE RISERVATA